Quantcast
Al mercato è il momento dei talli d’aglio, ideali per preparare una sfiziosa frittata - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Ortofrutta

Ortofrutta

Al mercato è il momento dei talli d’aglio, ideali per preparare una sfiziosa frittata

Il raccolto reperibile sulla piazza esprime un’ottima qualità e i quantitativi su cui si può contare stanno crescendo in modo sempre più significativo

Bergamo. Sono i talli d’aglio il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Per chi ancora non li conoscesse, si tratta dei germogli floreali che crescono al centro di questa pianta quando è in piena maturazione, solitamente in primavera.

Il raccolto reperibile sulla piazza esprime un’ottima qualità e i quantitativi su cui si può contare stanno crescendo in modo sempre più significativo facendo registrare prezzi che rientrano nella media del periodo.

L’areale produttivo di riferimento è l’Italia e, più precisamente, la maggior parte della merce arriva da Caserta.

I talli hanno le stesse proprietà dell’aglio: sono ricchi di vitamina C e aiutano l’organismo rafforzando le difese immunitarie, svolgono un azione antibatterica e detossicante, oltre a contribuire ad abbassare la pressione arteriosa e il colesterolo.

Gustosi e saporiti, in cucina si possono consumare sia crudi, al naturale, in insalata sia bolliti e in questo caso sono indicati per insaporire un ottimo risotto o pastasciutta, ma anche per accompagnare una salsa o purea di verdure. Sono ottimi, inoltre, per cucinare sfiziose torte salate, utilizzando per la farcitura gli ingredienti che più si hanno a disposizione, in base alle proprie preferenze.

In alternativa, è possibile tagliarli a pezzetti e farli saltare in padella con olio o burro, diventando una gustosa base per frittate e torte salate.

Un consiglio: per pulirli basta tagliate 1 cm della base del fusto e asportate la parte finale del cilindretto dalla pallina in cima, sciacquarli sotto acqua corrente e tamponarli con un canovaccio.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, proseguendo nel reparto orticolo, si annota una buona disponibilità di asparagi, altro must della stagione primaverile. Nella massa il livello qualitativo è soddisfacente e i prezzi rimangono nella media del periodo.

I luoghi d’origine sono diffusi in tutto il territorio nazionale e si evidenzia una prevalenza di esemplari originari dalle regioni italiane centro-meridionali.

Aumentano in maniera sensibile le quotazioni dei peperoni. È presente il prodotto italiano ma vi è anche una grande disponibilità di quello olandese, senza significative differenze fra rossi e gialli né per quanto riguarda il costo né per la qualità.

Si intensifica la produzione di fagiolini Made in Italy: oltre a questi ci sono quelli marocchini, che si possono acquistare a costi inferiori a fronte di una qualità differente. Complessivamente, al momento, il valore di mercato si conferma stabile: non si annotano grosse variazioni rispetto alla scorsa settimana.

Calano le quotazioni delle fave: il prezzo risulta in linea con il periodo e gli areali produttivi principali sono dislocati nell’Italia meridionale.

Le zucchine provengono soprattutto dal Lazio, in special modo dalla provincia di Latina. Si riescono a spuntare buone quotazioni in rapporto alla qualità del prodotto che risulta in crescita.

Passando al reparto della frutta, vale la pena di soffermarsi sulle fragole che si confermano protagoniste di questo periodo. La loro qualità rimane ottima e per gli estimatori è il periodo migliore per poterle mangiare.

Al centro della scena c’è la varietà Candonga, specialità della Basilicata, accanto alla quale si trovano altre tipologie comuni spagnole e italiane.

Aumenta l’offerta delle albicocche: trattandosi di primizie, i quantitativi su cui si può contare sono ancora limitati, quindi i prezzi risultano sostenuti.

Dal punto di vista geografico, la maggior parte del raccolto arriva dalla Spagna e si cominciano a scorgere le prime partite nazionali, provenienti dall’Italia meridionale.

Cresce anche la qualità delle pesche e delle nettarine che arrivano principalmente dal Marocco e dalla Spagna. Non è ancora reperibile, invece, il prodotto nazionale.

I quantitativi sono ancora piuttosto limitati e le quotazioni sostenute ma in linea con il periodo. La qualità, ovviamente, non è quella che ci si attende in estate: migliorerà man mano, con il proseguo della stagione, quando l’andamento climatico diventerà più favorevole e la campagna entrerà nel vivo.

Per concludere, è presto per le ciliegie che, ora come ora risultano reperibili in rarissimi casi. A incidere sono le temperature che rimangono a livelli inferiori rispetto alla media del periodo.

La ricetta

FRITTATA CON I TALLI D’AGLIO

Tratta da “Sano bio e gluten free”
https://www.sanobioglutenfree.it/ricette/frittata-con-i-talli-daglio

Ingredienti:
– Una decina di talli d’aglio
– 3 uova
– 2 cucchiai di bietole cotte tritate
– Una decina di cubetti di formaggio fresco di capra (opzionale)
– Sale qb
– Pepe bianco qb

PREPARAZIONE

Step 1
Per prima cosa pulite i talli d’aglio, eliminate le parti secche e molto dure e lavateli molto bene.
Step 2
A questo punto tagliateli della lunghezza di 1,5/2 cm e sbollentateli in acqua leggermente salata per 2 minuti, quando saranno teneri scolateli.
Step 3
Rompete in una ciotola le uova, aggiungete un pizzico di sale, pepe e sbattetele con una forchetta.
Step 4
Unite le bietole, il formaggio e i talli d’aglio, mischiate bene e versate in una piccola teglia foderata con carta da forno, la mia ha una dimensione di 20X17.
Step 5
Infornate a 180° modalità statica per una ventina di minuti.
Step 6
Sfornate, tagliate a cubetti e servitela.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI