Quantcast
"Salvate il lago del Bernigolo a Moio de' Calvi", l'appello di residenti, turisti e amanti della natura - BergamoNews
Il caso

“Salvate il lago del Bernigolo a Moio de’ Calvi”, l’appello di residenti, turisti e amanti della natura fotogallery

Il bacino artificiale è prosciugato ed ha completamente cambiato la fisonomia del paesaggio

Moio de’ Calvi. A vederlo così, ora, in piena primavera fa davvero impressione. Il lago del Bernigolo a Moio de’ Calvi considerato da decenni uno specchio d’acqua capace di attrarre turisti in alta Val Brembana è oggi ridotto ad uno stagno, un deserto in pezzo alle pinete.

Il lago del Bernigolo é un bacino artificiale di proprietà dell’Enel. Fu creato nel 1947 sbarrando il corso del fiume Brembo per far confluire le acque nella centrale elettrica di Lenna e più a valle alla centrale Bordogna, anch’essa situata nel comune di Moio de’ Calvi.

Nel 2013 è stato approvato un piano di recupero delle acque del lago fortemente deteriorate a causa del progressivo accumulo di detriti sul fondo del bacino causato da ripetuti eventi alluvionali, il più intenso è stato il 18 luglio del 1987 in occasione di una piena del Brembo. Il primo svuotamento del bacino è stato effettuato nel febbraio del 2015 ha evidenziato una forte riduzione della capacità dell’invaso che nel 1947 era stimata a 520.000 metri cubi, ma ha anche svelato il grande potenziale di sabbia che le imprese edili della valle vorrebbero poter utilizzare.

Secondo un’altra visione, però, quella sabbia sarebbe da considerare rifiuto e non sarebbe quindi una risorsa. Punti di vista opposti. Nel frattempo resta il fatto che questo nuovo svuotamento del laghetto ha alterato l’immagine dell’alta valle per molti turisti, residenti e amanti della natura che chiedono un intervento immediato. “Salvate il lago del Bernigolo” è il loro appello. Comprensibile se si confrontano le immagini del prima e dopo lo svuotamento del bacino. Ora si attende l’intervento della proprietà perché questo specchio d’acqua meraviglioso torni ad essere una risorsa e una riserva naturale dell’alta Valle Brembana.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI