L'iniziativa

A Treviolo parte il corso di digitalizzazione per tutti i cittadini

Si parte il 10 maggio e si conclude il 14 giugno: tutti i martedì sera dalle 20.30 alle 22.30 coloro che vogliono partecipare al progetto si incontreranno nella sala consiliare del municipio, in via Roma 43

Treviolo. Un percorso digitale gratuito dedicato a tutti i cittadini di Treviolo, sia quelli che non hanno dimestichezza con la tecnologia, sia quelli più esperti.

Lo organizza l’assessorato all’Innovazione del Comune insieme con la neonata associazione Cittadinanza Digitale, che ha come scopo sociale quello della promozione educativa e culturale della cittadinanza digitale, ovvero l’insieme dei diritti e dei doveri che concorrono a semplificare il dialogo tra i cittadini, le organizzazioni private e la pubblica amministrazione tramite le tecnologie digitali.

Si parte il 10 maggio e si conclude il 14 giugno: tutti i martedì sera dalle 20.30 alle 22.30 coloro che vogliono partecipare al progetto si incontreranno nella sala consiliare del municipio, in via Roma 43 (ingresso sul retro).

I corsi sono a numero chiuso: in presenza sono disponibili 30 posti, ma per tutti c’è la possibilità di seguire le lezioni in diretta attraverso il canale Youtube del Comune. Se ci saranno richieste superiori rispetto ai posti disponibili, l’iniziativa sarà replicata anche in autunno.

Per chi sceglierà di partecipare in presenza è necessaria la prenotazione compilando un form Google, basta scansionare il Qr code sulla locandina, pubblicizzata su tutti i canali informativi del comune, sull’app Treviolo Smart, sul sito e sulla bacheca comunale.

Sono previsti due corsi base di corsi base di alfabetizzazione su informazioni e dati e su comunicazione e collaborazione per chi è digiuno a livello informatico; due corsi intermedi per esercitare la cittadinanza attraverso le tecnologie digitali e sulla sicurezza, due corsi avanzati sul vocabolario digitale e sull’evoluzione normativa per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e gli scenari evolutivi.

Gli interventi formativi saranno basati su moduli teorici ed esercitazioni pratiche. Tutti gli argomenti saranno affrontati tramite la proiezione di presentazioni (le slide stesse saranno poi fornite con il materiale didattico), con esempi reali ed esercitazioni pratiche. Ci saranno anche momenti di condivisione, confronto e discussione con il docente.

Le serate, gratuite, saranno condotte da un formatore dell’associazione Cittadinanza Digitale, Stefano Pabellini, e saranno aperte a tutti, senza limite d’età. Chi lo desidera può portare il suo pc o lo smartphone, ma si può seguire anche senza dispositivi.

“Abbiamo deciso di portare avanti questo percorso perché ci sono arrivati numerosi input da parte dei cittadini, soprattutto da quelli che frequentano lo sportello di supporto digitale, i quali hanno espresso il desiderio ai giovani volontari che gestiscono il servizio di avere maggiore informazione circa tecnologie – dichiara l’assessore all’Innovazione Martina Locatelli -. Quello di Treviolo è il primo progetto di questo tipo organizzato con l’associazione, sarà un test sia per noi sia per loro”.

ARTICOLO A CURA DEL COMUNE 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI