Quantcast
Spiagge e bungalow: Costa Volpino vuol fare concorrenza al lago di Garda - BergamoNews
Rivoluzione del turismo

Spiagge e bungalow: Costa Volpino vuol fare concorrenza al lago di Garda fotogallery

Settantottomila metri quadrati: inizia la realizzazione di quello che sarà il polo turistico più grande di tutto il lago d'Iseo

Costa Volpino. Sembrava un azzardo. Forse lo è. Ma il lago è terra, o acqua di giocatori, gente abituata a rischiare. E così nel posto, fino a qualche tempo fa, più degradato della zona, si parte per realizzare quello che sarà il polo turistico più grande di tutto il lago, 78mila metri quadri di polmone verde, nella zona conosciuta da tutti come il “Bersaglio”. Polmone che neanche molti residenti conoscevano. Si arriva da via Nazionale, una striscia di asfalto dove ogni giorno transitano migliaia di veicoli, eppure basta spostarsi di pochi metri per trovarsi in un’oasi di meraviglia. Il parcheggio è proprio di fronte all’area camper. Qui nel solo week end di Pasqua sono arrivate richieste per 300 camper, i posti per ora arrivano a 100. Ma nella convenzione firmata con un privato che ha partorito il mega progetto, anche l’area camper si allargherà.

All’inizio del percorso una lunga serie di ‘bersagli’ che risalgono all’inizio del Novecento e che danno poi il nome alla zona, bersagli che hanno una valenza storica importante per la zona, e all’inizio c’è una casa che era del demanio, ora murata: “Non fa parte di questo progetto – spiega l’ex sindaco Mauro Bonomelli, uno dei principali artefici di questo mega progetto – stiamo partecipando al bando per riqualificarla e diventarne proprietari, abbiamo in mente un progetto che riguarda i giovani, un progetto parallelo a quello che abbiamo in corso”.

La zona viene data in concessione ma la fruizione pubblica non viene messa in discussione, anzi: “Si può partire da qui in bici – continua Bonomelli – sino al nuovo ponte ma anche salire in Valcamonica. Tra un bersaglio e l’altro vogliamo creare spazi giochi per i bambini. Lì in fondo verrà allestito uno spazio per la proiezione del cinema all’aperto”. Un’area immensa: “Ci stiamo lavorando da cinque anni ma l’idea parte da molto prima, un pezzo per volta, un lavoro certosino e una pazienza di Giobbe, toccare zone giustamente tutelate come questa non è facile, ma ce l’abbiamo fatta, un passo per volta”.

Subito dopo i bersagli c’è un torrente: “Questa è acqua di sorgente, quando hanno fatto la galleria avevano trovato una falda, adesso scorre libera, sai che qui ci sono i gamberi di lago? L’acqua è pulitissima”. Andiamo avanti qualche decina di metri: “Questa che vedi diventerà una spiaggia attrezzata, con il chiosco, i lettini per prendere il sole, le piazzole per il barbecue, un tratto di spiaggia easy, un posto molto comodo e facile da raggiungere, appena di fronte, dall’altra parte del prato verranno realizzati tre campetti, uno di calcio, uno di tennis e uno per basket e multisport. Insomma, si può venire qui, fare una partita, prendere il sole, fare il barbecue, rilassarsi completamente”.

Attorno ci sono alcuni canneti: “Che verranno bonificati, altre zone sono già state bonificate, abbiamo iniziato recuperando l’area camper e poi il collegamento con la ciclabile e ora questo ulteriore e decisivo passo”. Camminiamo e ci imbattiamo in un’insenatura dove entra il lago: “Anche qui verrà tutto bonificato, l’area sistemata e si potrà entrare ed attraccare con la barca per poi scendere direttamente. Ci tengo a sottolineare che non verrà realizzato un metro in più di quanto previsto dal volume. Tutto nel rispetto della zona, è una riqualificazione importante e non certo invasiva. E qui dopo l’attracco delle barche sorgerà la seconda spiaggia, dove ci sarà un bar ristorante, una piscina proprio davanti al lago e attorno piste ciclabili”. Insomma, un Paradiso.

“Non è stato facile – continua Mauro – ma non abbiamo mai mollato, ogni volta che non andava bene qualcosa, studiavamo l’alternativa”. Ci imbattiamo nel Circolo Nautico: “Risale al 1990, fanno ancora corsi, verranno coinvolti nell’operazione e in questa zona ci sarà la possibilità di fare tutti gli sport legati all’acqua, dalla canoa alla tavola al kayak”. E ci troviamo davanti a una rientranza del lago, il vento soffia forte, è l’ora de… L’Ora: “Su questo specchio d’acqua – continua Bonomelli- sorgerà la prima esperienza di ricettività sul lago d’Iseo, 5 bungalow galleggianti, di fatto uno viene e dorme lì, si fa una notte direttamente sopra le acque del lago, questa è una zona particolare dove il lago è protetto e tranquillo, un’idea innovativa su cui si punta molto e che nel passato è stata oggetto di un dibattito culturale con il Politecnico di Milano, sfociato in un seminario promosso dalla nostra amministrazione, una proposta affascinante”. E poi tutto intorno una vegetazione pronta a esplodere tra luce e colori: “Non viene lasciato niente al caso, fiori, piante, sarà davvero una meraviglia”. Già, un polmone di 78.000 metri quadri dove passarci le vacanze e non solo. E tutto qui, a portata di pochi metri per tutti, ed è questa la grande magia, scordatevi ore di coda per andare sul lago di Garda, qui è tutto apparecchiato per servire un turismo che può fare davvero la differenza. E se lo raccontavate a qualcuno qualche anno fa che Costa Volpino sarebbe diventata la capitale del turismo vi avrebbero riso in faccia.

Spiagge e bungalow, a Costa Volpino 78mila mq per fare concorrenza al lago di Garda

Scheda

La società avrà la concessione trentennale del sito che comprende un’area di circa 78000 mq e realizzerà nuove opere per circa 2.200mila euro. Al termine dei 30 anni di concessione quanto realizzato resterà di proprietà comunale. La società si accollerà anche tutti i costi di gestione e lo sviluppo di attività turistiche, commerciali e soprattutto di riqualificazione.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI