Quantcast
Cordini e i Cuccioli del Maggio, a Casnigo il ricordo di De Andrè - BergamoNews
29 aprile

Cordini e i Cuccioli del Maggio, a Casnigo il ricordo di De Andrè

È in programma venerdì 29 aprile alle 21 al Teatro del Circolo Fratellanza di Casnigo il concerto che vedrà protagonista Giorgio Cordini ed i Cuccioli del Maggio

Casnigo. Un omaggio al grande Fabrizio De André, “viaggiando in direzione ostinata e contraria”.

È in programma venerdì 29 aprile alle 21 al Teatro del Circolo Fratellanza di Casnigo il concerto che vedrà protagonista Giorgio Cordini ed i Cuccioli del Maggio.  Giorgio Cordini ha accompagnato Fabrizio De André, di cui è stato stretto collaboratore e amico, dalla tournée Le Nuvole del ’91, alle successive tournée teatrali, al tour del ’97 Anime salve fino all’ultimo Mi innamoravo di tutto (’98).

Negli anni ‘60 Giorgio Cordini ha incontrato Mauro Pagani e ha cominciato a suonare insieme a lui quando la Pfm ancora non esisteva. Dopo la scomparsa di De André, Cordini ha partecipato a Genova alla serata Faber amico fragile il 12 marzo 2000, accompagnando alla chitarra, tra gli altri, Luvi e Cristiano De André, Vasco Rossi, Gino Paoli, Celentano, Ornella Vanoni e Zucchero.

Nel 2004 è uscita una raccolta di più di trenta chitarristi italiani in cui compare anche Giorgio con un nuovo brano strumentale, Penny. Inoltre, la sua versione di La ballata dell’eroe è stata inserita nella raccolta Mille papaveri rossi, dedicata a Fabrizio De André. Giorgio Cordini è anche fondatore, direttore e animatore della Piccola Orchestra Apocrifa, ensemble che riunisce ottimi virtuosi e rilegge brani classici del repertorio di Fabrizio De André. Nel repertorio di Cordini dedicato a Faber anche il progetto “Mille Anni Ancora”, con lo stesso organico e ospiti prestigiosi (li ricordiamo nell’emozionante concerto a Teatro Donizetti di Bergamo con Mauro Pagani ed Eugenio Finardi) e il trio con Arcari e Bandini.

Al fianco di Giorgio Cordini nel concerto a Casnigo ci saranno i Cuccioli del Maggio, formazione locale che vuole “far rivivere gli splendidi personaggi, la voglia di lotta e il messaggio di un musicista e poeta che ha saputo suscitare amore e rispetto per i diversi, i deboli e gli esclusi. La poesia che pervade la sua opera, la ricchezza e la profondità dei temi affrontati, la varietà della musica e il linguaggio universale che mira direttamente al cuore, contribuiscono a rendere coinvolgente qualsiasi tributo al grande artista genovese”.

Ingresso condizionato a norme anti covid in vigore e consentito ai soli possessori di tessera Arci. Tesseramento possibile in loco. Necessaria la prenotazione. Evento organizzato da Circolo Fratellanza in collaborazione con Geomusic info e prenotazioni: info@geomusic.it – 348.4466307

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI