Quantcast
Si era arruolato in Ucraina: disperso Ivan Vavassori, figlio adottivo del bergamasco Pietro - BergamoNews
Ex portiere

Si era arruolato in Ucraina: disperso Ivan Vavassori, figlio adottivo del bergamasco Pietro

Il 29 enne di origini russe all’inizio della guerra si è arruolato volontario con la legione degli internazionali per combattere nelle file degli ucraini

Sono ore di ansia per la famiglia di Ivan Luca Vavassori, il 29enne di origini russe che all’inizio della guerra si è arruolato volontario con la legione degli internazionali per combattere nelle file degli ucraini.

Da domenica 24 aprile non si hanno sue notizie e lunedì mattina sul suo profilo Instagram è apparso questo messaggio: “Ci dispiace informarvi che la scorsa notte, durante la ritirata di alcuni feriti in un attacco a Mariupol, due convogli sono stati distrutti dall’esercito russo. In uno di questi c’era forse anche Ivan, insieme col 4° Reggimento. Stiamo provando a capire se ci sono sopravvissuti. Vi informeremo attraverso le due pagine Instagram e Facebook che Ivan ci ha lasciato a gestire”.

Vavassori, ex portiere in Serie C di Legnano, Pro Patria e Bra, con un’esperienza sportiva anche in Bolivia con il Real Santa Cruz, durante quest’esperienza in Ucraina è molto attivo sui social, dove documenta con video e foto i suoi spostamenti, condividendo pensieri nei momenti di tregua tra operazioni militari. Da alcuni giorni non posta più niente. Non è la prima volta che accade, ma mai prima d’ora era apparso un messaggio come quello di questa mattina.

Ivan Luca Vavassori è figlio adottivo del bergamasco Pietro (ex patron della Pro Patria Calcio e a capo dell’azienda di logistica Italsempione) e di sua moglie Alessandra Sgarella, l’imprenditrice piemontese sequestrata dalla ‘ndrangheta negli anni Novanta (fu tenuta in prigionia per nove mesi, tra il 1997 e il 1998) e venuta a mancare nel 2011.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
ivan vavassori
L'ex portiere
Arruolato in Ucraina il figlio del bergamasco Pietro Vavassori: “È ferito, ma vivo”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI