Quantcast
Aperta la campagna fiscale per l'anno 2022 del Caaf Cgil - BergamoNews
A cura di

CGIL Bergamo

La novità

Aperta la campagna fiscale per l’anno 2022 del Caaf Cgil

A Bergamo e in tutta la provincia 63 punti di compilazione con quasi 90 operatori coinvolti. 57.200 i modelli 730 nel 2021. Già 40.000 gli appuntamenti fissati

Si è aperta ieri nei 63 punti di compilazione di tutta la provincia la nuova campagna fiscale 2022 del Caaf CGIL di Bergamo per la presentazione della dichiarazione dei redditi con modello 730 e delle pratiche IMU.
Per oltre tre mesi saranno quasi novanta gli operatori impegnati nell’intensa campagna a livello provinciale, che lo scorso anno ha visto la compilazione di 57.200 modelli 730. Ugualmente, nella giornata di ieri, si è ufficialmente aperta l’attività di dichiarazione dei redditi  in oltre 700 sedi Caaf CGIL della Lombardia.
Il contribuente che si avvale dell’assistenza del Caaf o di un professionista dovrà presentare il 730 entro il 30 di settembre.
Sono già 40.000 gli appuntamenti fissati per i prossimi tre mesi sul territorio provinciale. Per prenotare un appuntamento in  CGIL occorre telefonare al numero verde 800.990730.

A partire dal 23 maggio (cioè più tardi del previsto), anche quest’anno l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati  il modello 730 precompilato. La dichiarazione precompilata NON arriverà nelle case degli italiani, ma sarà utilizzabile esclusivamente per via telematica. Dovrà essere scaricata dal Sito dell’Agenzia delle Entrate www.agenziaentrate.gov.it, dopo aver richiesto uno specifico codice PIN. Il Modello 730 precompilato dall’Agenzia delle Entrate spesso non contiene tutti i dati e tutte le spese che consentono di recuperare l’eventuale credito d’imposta spettante e nella maggior parte dei casi andrà modificato e integrato.
Ricordiamo che per beneficiare della detrazione Irpef del 19% per determinate spese tra cui quelle sanitarie, quelle per l’istruzione, per gli addetti ai servizi alla persona (badante), per gli interessi passivi del mutuo, dal 2020 è necessario fornire anche la prova del pagamento effettuato con modalità tracciabili, cioè con bonifico bancario o postale, bollettino postale, MAV, bancomat o carta di credito.
I lavoratori che nel corso del 2021 hanno usufruito della Cassa Integrazione Covid ricevendo i pagamenti direttamente dall’Inps quest’anno hanno l’obbligo di presentare il 730. L’Inps emetterà una certificazione Unica che non verrà spedita al lavoratore ma sarà scaricabile dal sito Inps direttamente dal Caaf in sede di presentazione della dichiarazione.

Le tariffe. La dichiarazione 730 per gli iscritti CGIL costerà 13 euro (se con reddito complessivo fino a 15.000 euro) o 25 euro (se con reddito complessivo oltre i 15.000 euro). Per l’iscritto che presenta l’auto-compilato il costo è di 15 euro.
Per chi non è iscritto, la compilazione del modello 730 costa, invece, 87 euro (auto-compilato 25 euro). Per le compilazioni IMU, il costo è di 8 euro per i tesserati e di 15 euro per gli altri.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI