Quantcast
Selini Group e ABF Trescore Balneario, con Deutz il "Motore della formazione" vola in Germania - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Azienda Bergamasca Formazione

La novità

Selini Group e ABF Trescore Balneario, con Deutz il “Motore della formazione” vola in Germania

Il corso è tenuto dai tecnici Selini e da un ingegnere specializzato Deutz della sede italiana di Lomagna

Ha preso avvio ad inizio mese un importante progetto formativo che vede coinvolto il gruppo Selini, la sede ABF di Trescore Balneario e il produttore tedesco di motori DEUTZ.
Un esempio di sinergia importante tra scuola e mondo del lavoro, che vede protagonisti uno dei più importanti operatori di sistemi logistici e fornitore di carrelli elevatori del nostro territorio – il Gruppo Selini – con oltre 100 dipendenti e 6 sedi in Lombardia, una delle più radicate realtà formative professionali della nostra provincia – il centro di formazione ABF di Trescore Balneario – che ospita oltre 400 studenti distribuiti su 4 indirizzi formativi professionali (meccanico, riparatore auto, carrozziere ed elettrico) e Deutz, leader mondiale nella produzione di sistemi propulsivi e motori industriali con sedi in tutto il mondo.
Presso la sede Selini di Telgate, 10 ragazzi che frequentano il corso di riparatore auto da ABF Trescore sono protagonisti di 8 incontri formativi sui motori Deutz nei mesi di marzo e aprile 2022.
Il corso è tenuto dai tecnici Selini e da un ingegnere specializzato Deutz della sede italiana di Lomagna (LC). I ragazzi, sempre sotto la supervisione di un docente, affrontano le tematiche tecniche relative alle prestazioni, alla manutenzione, alla sicurezza e al contenimento delle emissioni inquinanti dei motori industriali DEUTZ, presenti in moltissime applicazioni industriali, tra cui carrelli elevatori, macchine movimento terra, generatori di energia e applicazioni speciali.

“Per i ragazzi è un’occasione importante di affrontare concretamente tematiche che spesso imparano solo in teoria, un bagaglio di conoscenze e di esperienze in collaborazione con uno dei produttori di motori all’avanguardia a livello mondiale” – dichiara Luigi Alari, Responsabile della divisione Assistenza tecnica del gruppo Selini e ideatore del progetto – “Per Selini, che è concessionario di vendita e di manutenzione Deutz, è un ulteriore step nella collaborazione con Azienda Bergamasca Formazione. Ogni anno infatti ospitiamo molti ragazzi per il tirocinio curriculare e in questi anni oltre 20 ragazzi sono passati dalle nostre officine e molti sono entrati a far parte del nostro team. Per la nostra azienda è una sinergia indispensabile per poter rendere più semplice il passaggio dalla scuola al mondo del lavoro. Questo nuovo progetto vuole andare oltre le tradizionali modalità formative per provare ad approfondire tecnicamente una tematica e un prodotto, il motore industriale, cuore del lavoro delle nostre officine di manutenzione.”

L’attenzione alle tematiche formative e la disponibilità di Deutz Italia è stata immediata, perché in molti paesi europei già sono presenti scuole di formazione supportate dall’azienda.  I ragazzi hanno già visitato nelle scorse settimane la sede italiana Deutz, potendo così vedere in anteprima i nuovi sistemi propulsivi ad alte prestazioni e basse emissioni, frutto di anni di ricerca tecnologica e della volontà di adempiere in anticipo alla legislazione sempre più restrittiva a livello europeo in materia di emissioni.

Per i ragazzi il progetto non termina con la fine del corso. Per loro, infatti, oltre alle lezioni teoriche e pratiche, a sessioni di valutazione, test e attestato finale, è previsto anche un viaggio “premio” nella sede centrare Deutz in Germania, dove potranno visitare il quartier generale dell’azienda, il centro di ricerca e osservare dal vivo le varie fasi di progettazione e costruzione dei motori.

“Per ABF si tratta di un bel progetto pilota, innovativo e concreto, che aiuterà i nostri studenti nella loro crescita sia professionale che umana: un’esperienza a tutto tondo che sarà sicuramente utile nel loro futuro.” ha commentato Barbara Rebucini, responsabile della sede ABF –  “Questo potrebbe essere un esempio di progetto da replicare anche in altre realtà industriali del nostro territorio, arricchendo così l’offerta formativa, avvicinandola sempre più alle richieste occupazionali territoriali e non solo.”

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI