Bassa

A Ghisalba ripiantati 165 alberi infestati dal tarlo asiatico

L'assessore regionale Fabio Rolfi: "Lotta agli insetti alieni fondamentale per il futuro sia dei sistemi verdi che dell'agricoltura"

Ghisalba. Centosessantacinque alberi sono stati ripiantati nei giardini pubblici e privati di Ghisalba, in seguito alla infestazione da tarlo asiatico che si è verificata nei mesi scorsi”. Lo spiega l’assessore regionale lombardo all’Agricoltura Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi che, venerdì mattina, ha effettuato un sopralluogo al Parco Cossalli per la conclusione dei lavori di ripiantumazione.

“La lotta agli insetti alieni – ha aggiunto Rolfi – è fondamentale per il futuro sia dei sistemi verdi che dell’agricoltura. Per questo abbiamo potenziato il servizio fitosanitario con venti nuove assunzioni e nuovi uffici. Nell’area cargo di Malpensa – ha ricordato l’assessore – i nostri ispettori controllano tutti i vegetali che arrivano da Paesi extracomunitari in Europa. Vengono effettuati circa 6.500 controlli all’anno per garantire che non vengano introdotti nel nostro continente parassiti o merce irregolare. Un lavoro eccezionale che spesso viene dato per scontato, ma che rappresenta un servizio essenziale per la nostra agricoltura e per la sicurezza fitosanitaria del Paese. Abbiamo visto come gli insetti alieni stiano distruggendo coltivazioni e aree verdi. Tra questi la cimice asiatica e la popilia japonica sono i più impattanti a livello economico”.

Secondo l’assessore “è necessario un grande lavoro di informazione. Dobbiamo sensibilizzare la cittadinanza su questi temi che spesso non arrivano al grande pubblico”. “Il fitosanitario tuttavia – ha concluso Rolfi – rappresenta una dei grandi temi per il futuro, anche alla luce dei cambiamenti climatici e della interconnessione tra le diverse parti del mondo sullo scambio delle merci”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI