Quantcast
"Tirocinio protetto" al CFP ABF di Albino: un'opportunità preziosa per adolescenti e aziende - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Azienda Bergamasca Formazione

L'iniziativa

“Tirocinio protetto” al CFP ABF di Albino: un’opportunità preziosa per adolescenti e aziende

Il Centro di Formazione Professionale ABF di Albino ha stipulato una partnership con l’azienda ARCO COSMETICI di Bergamo

Il Centro di Formazione Professionale ABF di Albino ha stipulato una partnership con l’azienda ARCO COSMETICI di Bergamo per la realizzazione di un “tirocinio protetto” per gli studenti delle classi prime dell’area benessere (acconciatura e trattamenti estetici).

E’ la prima volta che un’opportunità di questo genere coinvolge ragazzi e ragazze under 16 del settore benessere: un’occasione di crescita professionale resa possibile dai finanziamenti di Regione Lombardia e dalla disponibilità di ARCO a collaborare con ABF Albino.

In cosa consiste di preciso un tirocinio protetto?
“Si tratta sostanzialmente della simulazione di un’attività professionale – ha spiegato Annalisa Riva, direttrice del Centro Professionale – nel contesto protetto della scuola. Questo tipo di tirocinio, avviato lo scorso novembre, si concluderà a maggio, al termine delle lezioni scolastiche, dopo 200 ore di lavoro nei nostri laboratori di acconciatura e trattamenti estetici”.

“ARCO COSMETICI – ha illustrato Elena Mutti, docente coordinatrice del corso per estetiste – ha accettato con entusiasmo la possibilità che le nostre allieve del primo anno lavorassero con i loro prodotti già in commercio, per fare dei test post-marketing. In particolare ARCO ci ha fornito dei primer che hanno funzione anche da crema idratante e delle sfere in vetro per massaggiare la pelle e il cuoio capelluto”.

“Il prodotto che testeremo – ha specificato Barbara Miatto, docente del laboratorio di trattamenti estetici – è un primer che contiene siliconi organici con una duplice funzione: è utile sia come base trucco che come crema idratante per la pelle del viso. Tale prodotto si presenta sotto forma di siero facilmente assorbibile. Le nostre allieve durante il tirocinio sperimenteranno le manovre più adatte per ottimizzare al meglio l’assorbimento del prodotto, rendendolo il più piacevole possibile, grazie anche all’utilizzo di piccole sfere di vetro riscaldanti, che funzionano come vasodilatatori”.

Anche il laboratorio di acconciatura è stato coinvolto nella sperimentazione: “I prodotti cosmetici di ARCO – hanno spiegato Michela Giupponi e Candida Ferri, rispettivamente coordinatrice e docente del corso per acconciatrici – possono essere usati anche nei trattamenti del cuoio capelluto. I primer possono infatti essere un’ottima base da applicare prima dell’utilizzo di altri prodotti come shampoo e tinte, perché permettono di alleviare i disagi durante il processo di colorazione e aumentano la protezione della cute da eventuali reazioni allergiche. Anche le sfere di vetro che agiscono, a seconda della temperatura, come vasocostrittori o vasodilatatori possono essere impiegate nei massaggi del cuoio capelluto, facilitando l’assorbimento dei prodotti utilizzati”.

Le ragazze coinvolte nell’attività realizzeranno video, foto e, soprattutto, schede tecniche, test di sensibilità e di soddisfazione dei prodotti utilizzati: “Le nostre ragazze – ha detto Elena Mutti – potranno davvero sbizzarrirsi, fornendo consigli e suggerimenti sia per quanto riguarda la formulazione, sia per quanto riguarda l’impiego dei prodotti che ARCO ci ha fornito.
Grazie alla sperimentazione dei prodotti eseguita durante il tirocinio protetto, potrebbe per esempio essere proposto un ampliamento della gamma di aromi e profumi, oppure potrebbero essere trovate delle alternative nell’utilizzo pratico e nelle procedure manuali durante i massaggi.
Le nostre allieve, in pratica, diventeranno delle piccole “product specialist”, dei rappresentanti specializzati di ARCO, perché grazie al testing dei prodotti e alla raccolta dei feedback nel corso del tirocinio, ARCO potrà ricevere degli stimoli per sfruttare ulteriormente le potenzialità dei propri prodotti oppure delle indicazioni su allergie ed effetti avversi che dovessero eventualmente presentarsi”.

Si tratta, in conclusione, di una preziosa opportunità di crescita professionale per le allieve dell’area benessere, come ha spiegato la direttrice Annalisa Riva: “Grazie alla collaborazione con ARCO COSMETICI le nostre studentesse possono entrare a far parte, già a 14-15 anni d’età, di un progetto lavorativo, che permetterà loro di conoscere direttamente come funziona il mercato di cui sperimenteranno i prodotti. In questo modo potranno disporre di una visione più ampia e completa del futuro professionale che le attende. Ormai anche il settore del benessere e della cura della persona è in piena evoluzione. I clienti non si accontentano più della semplice estetista o acconciatrice, ma ricercano le coccole e i trattamenti aggiuntivi tipici di una mini-spa, da dove si possa uscire rigenerati non solo a livello fisico, ma anche mentale”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI