• Abbonati
In belgio

Prima vittoria stagionale per Chiara Consonni: sua la classica Dwars door Vlaanderen

Apparsa già in condizione alla Classic Brugge-De Panne, Consonni ha saputo imporsi al termine di una prova particolarmente complessa caratterizzata dai numerosi muri presenti lungo il percorso

Il talento di Chiara Consonni è esploso definitivamente sulle strade delle Fiandre.

La 22enne di Brembate Sopra ha infatti conquistato la Dwars door Vlaanderen di ciclismo femminile superando in volata Julie De Wilde (Plantur-Pura) e cogliendo il primo successo stagionale.

Apparsa già in condizione alla Classic Brugge-De Panne, Consonni ha saputo imporsi al termine di una prova particolarmente complessa caratterizzata dai numerosi muri presenti lungo il percorso.

A provare a far la differenza negli ultimi trenta chilometri sono state le ragazze della Trek-Segafredo capitanate da Ellen Van Djik e Elisa Longo Borghini le quali hanno alzato il ritmo con l’obiettivo di scremare il plotone principale.

Il forcing imposto della formazione americana non ha intimorito Consonni la quale, grazie al lavoro delle compagne della Valcar-Travel & Service, è riuscita a rientrare su Brodie Chapman (FDJ Nouvelle-Aquitaine Futuroscope) e Floortje Mackaij (Team DSM) in fuga sin dal mattino.

Guidata da Margaux Vigié, la giovane bergamasca ha resistito nel finale all’allungo di Van Djik scatenando tutta la propria potenza sul traguardo di Waregem lasciandosi alle spalle De Wilde e Elise Chabbey (Canyon//SRAM Racing).

“Sono molto sorpresa visto che domenica alla Gent – Wevelgem non mi sono sentita molto bene. Oggi sono partita senza aspettative, pensando di mettere lavoro nelle gambe in vista della Roubaix. Però con il passare dei muri ho capito di stare bene e che la corsa poteva concludersi in volata – ha raccontato Consonni nel dopo-gara -. Quando ho visto il cartello dei 200 metri sono partita sulla destra della sede stradale, riuscendo a rimontare Marie Le Net. È una gioia indescrivibile, che devo condividere con le mie compagne di squadra che mi hanno supportato al meglio nel corso dei 120 chilometri e con gli sponsor che ci supportano durante la stagione. Una dedica speciale la voglio invece fare a mia nonna, che al momento è in ospedale, e alla mia famiglia, che non sta attraversando un periodo facile”.

La vittoria di Chiara Consonni ha rappresentato l’ennesima conferma del lavoro svolto dai tecnici della Valcar-Travel & Service che sarà l’unico team italiano al via della prima edizione del Tour de France femminile.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI