Quantcast
Capienza stadi al 100%, ma solo 7473 le prelazioni per i mini-abbonamenti dell'Atalanta - BergamoNews
Perché?

Capienza stadi al 100%, ma solo 7473 le prelazioni per i mini-abbonamenti dell’Atalanta

Le cause da ricercare non solo nei soliti problemi economici

Bergamo. Tutti a reclamare stadi al 100% e ritorno agli abbonamenti per evitare lo stress di prenotare ogni volta il posto sulla magica piattaforma Vivaticket, per scoprire che la risposta degli abbonati è stata tiepida. Sono stati 7473 i tagliandi staccati contro gli oltre 16mila abbonati (dato pre Covid) che godevano della prelazione.

Quali le cause? Premesso che non sono disponibili le divisioni per settore che avrebbero aiutato a tentare un’analisi sociale: visto che, a parte la prossima con il Napoli, il calendario non riserva grandi partite, quanti abbonati hanno scelto di riservare quote del budget familiare per la gara con il Lipsia?

Questione prezzi. Un film già visto, quando tocchi i portafogli delle famiglie scopri le scelte più controverse. Ancor più in questo periodo con la guerra in Ucraina che già porta conseguenze economiche e psicologiche nelle tasche e nelle scelte degli italiani.

In realtà i prezzi degli abbonamenti come erano stati proposti apparivano perfino congrui rispetto a quelli per le singole partite finora disputate. Erano comunque troppo alti alcuni?

Prendiamo tre tipologie di abbonamento: Tribuna Centrale con 240 euro (60 a partita) vedi Napoli, Verona, Salernitana e Empoli. Senza abbonamento, prendendo come riferimento squadre di fascia “Napoli”, si spende 180 euro con il Milan (una follia), 150 con Inter e Juve, 90 con la Roma.

Per stare al paragone Verona, con l’Udinese si sborsavano 120 euro, con Venezia e Spezia per paragonarle a Salernitana e Empoli erano 90 euro (altra follia).

In pratica senza abbonamenti il tifoso avrebbe speso tra i 450 e i 315 euro (con Cagliari e Sampdoria si era scesi a 75 euro) contro i 240 attuali del pacchetto proposto.

La società con gli ultimi prezzi (Cagliari e Sampdoria) aveva già avviato una specie di ravvedimento favorito ora dal ritorno alle presenze al 100%.

Al contrario nessun ripensamento sui ridotti, in tribuna paghi pieno anche se hai 80 anni o sei invalido. Nemmeno l’opzione donna viene più presa in considerazione.

E la tribuna è sempre considerata tutta centrale, anche per i posti in laterale dove vedi quasi come nei distinti ma sei al coperto.

Tribuna Rinascimento, con lo stesso criterio era 120 con il Milan, 60 con Juve e Inter, 50 con la Roma e 40 con Cagliari e Sampdoria, mentre il pacchetto per le prossime quattro partite costa 160 euro (40 a gara) quindi come con Cagliari e Sampdoria, il ridotto costa 120 euro mentre come – a parte le prime due partite (Bologna e Fiorentina) – la laterale è stata considerata tutta centrale.

In Curva Pisani l’abbonamento costa 67 euro (quasi 17 a partita) quando si pagava 27 per Milan, Juve, Inter e 22 con la Roma, 18 con Cagliari e Sampdoria. In questo settore si dovrebbero essere registrate le maggiori sottoscrizioni di abbonamenti perché il tifo, di cui la squadra ha grande aiuto, nelle ultime gare casalinghe sembra essersi ritrovato.

Ecco, assetti societari variegati non tolgano l’idea o illusione: gli unici padroni rimangono i tifosi che allo stadio ci vanno comunque.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
carrera
Mondonico 9 marzo 1947 - 29 marzo 2018
“Il Mondo? Un grande, mi ha fatto crescere. Atalanta-Napoli, sono punti che pesano”
Atalanta-Sampdoria: il film della partita
I prossimi impegni
Parte dal Napoli la volata dell’Atalanta per un posto in Europa: il calendario dei nerazzurri
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI