Quantcast
Parte dal Napoli la volata dell'Atalanta per un posto in Europa: il calendario dei nerazzurri - BergamoNews
I prossimi impegni

Parte dal Napoli la volata dell’Atalanta per un posto in Europa: il calendario dei nerazzurri

Due mesi di fuoco aspettano la squadra di Gasperini in questo finale di stagione tra campionato ed Europa League. Coi partenopei e Milan le sfide più delicate

Siamo entrati nella settimana di avvicinamento alla partita contro il Napoli. Nel pomeriggio di martedì l’Atalanta si riunirà a Zingonia per il primo allenamento in vista del big match del Gewiss Stadium in programma domenica prossima alle 15. Agli ordini di Gasperini non ci sarà tutta la rosa al completo perché molti giocatori rientreranno dai rispettivi viaggi con le nazionali a metà settimana.

La pausa per gli impegni internazionali ha tolto al tecnico la possibilità di lavorare con la maggior parte del gruppo però gli ha permesso di recuperare Malinovskyi e Miranchuk. L’ucraino e il russo non erano partiti per la trasferta di Bologna e ora si stanno allenando con il resto della squadra. Boga e Toloi invece stanno lavorando a parte per tornare presto a disposizione. Zapata procede spedito verso il recupero dall’infortunio e se tutto dovesse procedere per il verso giusto nelle prossime settimane sarà arruolabile.

Fatta la conta degli infortunati l’Atalanta è attesa da una vera e propria volata in questi ultimi due mesi di stagione. Tra campionato e Europa League si arriverà con il fiato sospeso a fine maggio. Ma dando uno sguardo al calendario di Serie A quali sono le sfide che aspettano la Dea?

Dicevamo appunto che nella trentunesima giornata l’avversaria di turno sarà il Napoli, una partita molto complicata contro la migliore difesa d’Italia. Gli uomini di Spalletti grazie alla solidità difensiva stanno lottando per la vittoria dello Scudetto e sono un ostacolo molto difficile da superare, non impossibile viste anche le assenze di due giocatori importanti come Osimhen e Rrahmani.

Rientra nel novero di queste sfide il confronto della penultima giornata con il Milan. L’attuale capolista proverà a sfruttare il fattore San Siro per intimorire i bergamaschi e coronare il sogno tricolore. Match sulla carta sfavorevole ma non proibitivo perché se l’Atalanta dovesse giocare come ci ha abituato potrebbe ottenere i tre punti.

Più alla portata le partite con Sassuolo, Verona e il recupero con il Torino, la prima in trasferta nel weekend del 10 aprile, la seconda tra le mura amiche la settimana successiva mentre la terza rinviata a data da destinarsi. I neroverdi, gli scaligeri e i granata sono le rivelazioni della stagione. Con i loro giovani allenatori in rampa di lancio stanno portando avanti un progetto con buoni risultati e per non perdere contatto con le prime otto venderanno cara la palla. Gli orobici saranno obbligati alla vittoria per continuare a sperare nell’Europa.

Di ben altro livello invece gli incontri consecutivi con il Venezia al Penzo (34esimo turno), la Salernitana al Gewiss Stadium e lo Spezia al Picco. Partite da vincere senza se e senza ma, così come l’ultima uscita a Bergamo con l’Empoli. Formazioni dal tasso tecnico nettamente inferiore alla Dea che potrebbero però essere ancora coinvolte nella lotta salvezza.

Se l’Atalanta vuole conquistare l’ennesima storica qualificazione europea non dovrà guardare in faccia a nessun avversario. Giocare al massimo queste nove finali è l’obiettivo principale prima di tirare le somme e tracciare un bilancio definitivo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
atalanta stadio bologna gettyimages
Perché?
Capienza stadi al 100%, ma solo 7473 le prelazioni per i mini-abbonamenti dell’Atalanta
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI