Quantcast
Decreto Ucraina, buono benzina di 200 euro per i lavoratori dipendenti - BergamoNews

Fisco Facile

Fisco facile

Decreto Ucraina, buono benzina di 200 euro per i lavoratori dipendenti

Contributo riconosciuto in favore dei lavoratori dipendenti, da parte dei datori di lavoro delle aziende private, che consiste nella possibilità di erogare dei buoni benzina per l’acquisto di carburante esenti da imposizione contributiva fino ad un tetto massimo di 200 euro

A sollevare in piccola parte il problema del caro energia, il Decreto-legge n. 21 del 21 marzo 2022 all’art. 2 (Decreto Ucraina) prevede un contributo riconosciuto in favore dei lavoratori dipendenti, da parte dei datori di lavoro delle aziende private, che consiste nella possibilità di erogare dei buoni benzina o titoli analoghi per l’acquisto di carburante esenti da imposizione contributiva e fiscale fino ad un tetto massimo di 200 euro. Previsione valida solo per l’anno 2022.

Tale buono, nel limite di 200 euro per lavoratore, non concorre alla formazione del reddito ai sensi dell’articolo 51, comma 3, del Decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Parrebbe quindi che l’importo di 200 euro per l’acquisto di carburante sia cumulabile al limite di esenzione di 258,23 euro che disciplina il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati ai dipendenti come previsto dal TUIR, portando il limite di esenzione per l’anno 2022 a 458,23 euro.

Si resta in attesa di chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate per comprendere se, la nuova previsione di riconoscimento dell’esenzione del buono benzina del valore massimo di 200 euro, possa essere riconosciuta ad alcuni lavoratori e ad altri invece no, superando la previsione delle prestazioni di welfare aziendale che prevedono che i beni e i servizi riconosciuti dal datore di lavoro debbano essere rivolti alla generalità dei dipendenti o a categorie omogenee di lavoratori perché non concorrano alla formazione del reddito.

Il buono benzina, sempre nel limite massimo complessivo di 200 euro, potrebbe anche essere corrisposto ai lavoratori con più di un buono erogato.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI