Bergamo

Il consigliere Bianchi chiama “consigliere” la collega Nespoli e scoppia la bagarre

La polemica monta durante il dibattito relativo alla questione dei Celestini, per la quale arriva una bocciatura secca

Bergamo. Il consigliere comunale di Fratelli d’Italia Filippo Bianchi presenta un’interpellanza, bocciata, per conoscere la posizione del comune di Bergamo sulla questione dell’ex convento dei Celestini.

Il consigliere Bianchi infatti, chiede se all’amministrazione “di attivarsi, di concerto con le altre istituzioni, come la Provincia di Bergamo e Regione Lombardia, per valorizzare e sostenere, anche economicamente, il Convento dei Celestini di Bergamo, in previsione del 2023 in cui Bergamo, assieme a Brescia sarà Capitale della Cultura, prevedendo in tale occasioni delle visite guidate al convento o altre iniziative a carattere culturale”.

Chiede inoltre se il comune “intenda fare tutto il necessario affinché il Convento dei Celestini non divenga oggetto di speculazioni edilizie e non sia deviata la sua destinazione, ma piuttosto sia preservata e difesa l’identità di questo monumento di valore inestimabile”.

“Quali azioni si prevede di mettere in atto affinché questo luogo continui ad essere anche patrimonio dei bergamaschi e luogo di spiritualità e possano essere rispettate le volontà del benefattore che lo aveva generosamente restituito a Bergamo, donandolo esclusivamente per l’accoglienza degli orfani, che tra l’altro in Italia sono aumentati di migliaia solo negli ultimi anni”, domanda Bianchi.

E la risposta, della consigliera Denise Nespoli, Partito Democratico, è lapidaria: “E’ come decidere in casa degli altri, come chiedere ad un ente pubblico di decidere negli interessi di un privato”.

Ma il dibattito si accende, più che sulla questione Celestini, sul linguaggio di genere, con Bianchi che chiama consigliere la consigliera Nespoli e in aula si scatena la bagarre, proprio nella serata in cui, l’ordine del giorno successivo, riguarda la proposta di Sonia Coter, Movimento 5 Stelle, di adattare tutto il contenuto del portale istituzionale del comune al linguaggio di genere. Ordine del giorno che passa.

Un dibattito lungo e aperto, raccontato con riferimenti storico culturali, con citazioni da Accademia della Crusca, con piccate risposte che mirano a difendere l’unicità della persona e ad avvalorarne l’accettabilità e, anche, con intensi monologhi sul fatto che una lettera, posta in fondo ad una parola, non accresca o sminuisca la stima rivolta ad una persona. Con un invito, finale, del vice sindaco Sergio Gandi, “a non abbandonarsi alla pigrizia, ma a fare uno sforzo che avvalori la caratura non solo del singolo, ma dell’intera collettività”.

La vicenda del lascito

Come anticipato già qualche mese fa da Bergamonews, l’istituto delle Suore Sacramentine avrebbe ricevuto una proposta di acquisto per trasformare l’intero complesso risalente al 1300, che farebbe perdere lo scopo della donazione.

E aggancia il suo quesito alla drammatica situazione della guerra tra Russia e Ucraina, conflitto che ha portato anche in città e in provincia centinaia gli orfani, all’emendamento al bilancio del Sindaco, che prevede lo stanziamento di 250.000 euro per l’emergenza umanitaria scaturita dal conflitto ucraino e al fatto che potrebbe diventare rifugio e casa per gli stessi profughi, scampati ai bombardamenti.

Diverse associazioni si sono mosse per conoscere le sorti dell’antico Convento ed ora la questione è approdata anche in Consiglio Comunale.

 

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
ex monastero dei celestini
Il caso
Convento dei Celestini, Italia Nostra alla Soprintendenza: “Bergamo non può perdere così un pezzo di storia”
ex celestini
L'intervento
Fai Bergamo: “Il convento dei Celestini? Si apra un dibattito sulla sua fruibilità”
Generico marzo 2022
L'intervento
Monastero dei Celestini, Misiani: “Si evitino operazioni commerciali e si mantenga la vocazione sociale”
celestini lettera
La lettera
I bimbi orfani dell’Ucraina, il convento dei Celestini e il cuore dell’uomo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI