• Abbonati
Bergamo

Cane morde e stacca una falange ad un 74enne in via Sant’Orsola

Quella che doveva essere una passeggiata tranquilla in città si è trasformata in un pomeriggio d'inferno

Bergamo. Doveva essere una passeggiata tranquilla in città in compagnia della moglie e del cagnolino, ma si è trasformato in un pomeriggio d’inferno per un 74enne.

L’uomo stava passeggiando in via Sant’Orsola, poco dopo le 17 di martedì 22 marzo, quando un cane Akita, di grossa taglia, si sarebbe azzuffato con il bulldog francese del 74enne. L’uomo, per strappare il suo animale dal più forzuto cane, è stato morso da quest’ultimo. Un potente morso costatogli una falange e un dolore talmente forte da farlo accasciare a terra.

La moglie disperata ha iniziato a gridare aiuto, allontanandosi con il cagnolino. I passanti sono intervenuti prestando soccorso al 74enne. Sul posto sono poi arrivati un’ambulanza e gli agenti della polizia locale.

I pareri discordano. E riportiamo quelli di entrambi i protagonisti.

Sul fatto Alberta Gaia Bani, la proprietaria di uno dei due cani, che è stata multata per 100 euro per violazione del regolamento di polizia urbana. “Camminavo per via Sant’Orsola in direzione via Sant’Alessandro con il cane del mio compagno, quando dalla direzione opposta sopraggiungeva una coppia di anziani con un bulldog francese al guinzaglio allungabile e il quale si fiondava verso il mio Akita (con guinzaglio di lunghezza inferiore al metro e mezzo consentito per legge e museruola agganciata al manico come per legge).

Il mio Akita a quel punto lo prendeva alla pettorina (tanto è vero che il bulldog non riportava lesioni da buco o tenaglia di morso). Il signore iniziava a urlare, unitamente alla consorte, ad insultarmi e a prendermi a calci. A quel punto, il cane non mollava chiaramente la presa, vedendoci oggetto di aggressione. Faccio presente che il signore, a quel punto, infilava una mano in bocca al mio cane, dopo averlo preso a calci, e strappava con forza la presa del suo, estraendo il dito si falciava la falange. Ciò posto sopraggiungeva mezza via. E il commerciante di un negozio iniziava a insultarmi e a prendere a calci il cane. Di ciò c’è un solo testimone, a me tra l’altro estraneo, a differenza della moglie del signore, che ha filmato poi qualche spezzone e che conferma che l’aggressione è stata subita dalla scrivente”.

Replica Paolo Rigamonti, figlio dei proprietari del bulldog francese.

“Innanzitutto il bulldog francese di proprietà delle due persone anziane non si è fiondato verso il suo cane, tesi difficile da sostenere dato che il cane in questione è anziano e con problemi di motilità agli arti posteriori dovuti ad una patologia neurodegenerativa. L’avvocato Bani sostiene di essere stata aggredita dalla coppia (cito: “Il signore iniziava a urlare unitamente alla consorte, ad insultarmi e a prendermi a calci”), cosa non veritiera, come molti testimoni possono confermare. Tali affermazioni sono molto gravi sia perché diffamatorie sia perché rivolte ad una coppia che ha subito un trauma psicologico rilevante.

Viene riportato inoltre come l’anziano abbia preso a calci il suo cane, cosa altrettanto non veritiera.

Per contro l’avvocato non ha preso alcun provvedimento per contenere il suo cane, di taglia nettamente superiore, ed evitare che aggredisse il bulldogue ne ha cercato di interrompere l’azione aggressiva una volta in atto nonostante fosse coinvolta anche una persona. Mi domando cosa sarebbe successo se anziché la mano dell’anziano ci fosse stata quella di un bambino.

Riguardo alla versione della dinamica lesiva, ritengo la sua spiegazione quantomeno fantasiosa e priva di ogni prerequisito tecnico di valutazione.

I danni riportati dall’anziano, che ha tolto la testa del suo cagnolino dalla bocca del cane dell’avvocatessa, consistono nell’amputazione della falange ungueale del quarto dito della mano destra e sono classificabili come lesioni gravi a permanenza.

Lascia sbalorditi il fatto che l’avvocato Bani, in presenza di una persona aggredita dal suo cane e accasciatasi al suolo in seguito alle ferite riportate, non abbia prestato il minimo soccorso alla stessa”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI