A cura di

Zoom

L'evento

Bergamo ospiterà il settimo forum Pmi Italia America Latina

La cittadina orobica farà da scenario al convegno che valorizza le eccellenze delle realtà economico-sociali italiane e sudamericane

Bergamo è stata scelta per ospitare l’edizione 2023 del  Forum italo-latinoamericano sulle PMI,  uno spazio di dialogo unico nel suo genere in Europa e in America Latina, una preziosa opportunità per far fruttare politiche pubbliche, accordi e collaborazioni volte alla crescita economica e sostenibile dei territori coinvolti.

L’annuncio è stato dato a conclusione della sessione plenaria del PMI 2022 a Medellin, in Colombia, mercoledì 16 marzo alla presenza di 21 Paesi membri dell’IILA (Italia e 20 Stati latinoamericani) e diverse organizzazioni internazionali (Commissione Europea, CAF – Banca di sviluppo dell’America Latina).

Generico marzo 2022

L’evento, promosso e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e realizzato da IILA – Organizzazione Internazionale Italo Latino Americana, vedrà direttamente coinvolte le principali istituzioni del territorio – Università degli studi di BergamoCamera di CommercioProvincia e Comune di Bergamo – con l’obiettivo di promuovere la cooperazione e la complementarietà tra le eccellenze italiane nelle PMI e la dinamicità e rilevanza economico-sociale del settore in America Latina.

Generico marzo 2022

Un’opportunità di promozione internazionale e nazionale del territorio di Bergamo e delle sue eccellenze e di approfondimento delle potenzialità del modello bergamasco di sviluppo territoriale sostenibile, basato su un tessuto di piccole medie imprese, istituzioni locali e organizzazioni della società civile e dell’economia sociale ma anche un’occasione di posizionamento internazionale di Bergamo-Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 e di approfondimento del ruolo delle PMI in coerenza con le tematiche della Cattedra UNESCO di UNIBG “Human Rights, International Cooperation and Sustainable Development”.

Generico marzo 2022

Il Prof. Sergio Cavalieri, Rettore dell’Università degli studi di Bergamo sottolinea:

“Formazione, ricerca scientifica e rapporti con le aziende e col territorio sono le tre missioni principali che la nostra università intende portare avanti nel corso dei prossimi anni e trovano in questa conferenza internazionale un respiro e una possibilità di coinvolgere sia le aziende e le realtà del territorio locali, sia le realtà latino americane. È una opportunità importante per avere un confronto, attraverso i dibattiti, attraverso le relazioni su quelli che sono i principali punti caldi del momento, che riguardano non soltanto gli aspetti legati alla manifattura, che è l’elemento cardine del nostro territorio ma anche gli aspetti legati alla cooperazione sociale, alla relazione che esiste fra mondo dell’economia, mondo della finanza, mondo industriale, mondo del terzo settore.”

Pasquale Gandolfi, Presidente della Provincia di Bergamo sottolinea:

“La Provincia di Bergamo crede profondamente nella cooperazione per il raggiungimento di uno sviluppo sostenibile. Affinché tale percorso però sia fruttuoso è fondamentale che ogni parte sociale dia il suo costruttivo contributo, aprendosi al dialogo e adottando una prospettiva lungimirante. A tale proposito, le piccole e medie imprese che caratterizzano il nostro territorio hanno un ruolo centrale. Queste sono molto spesso modelli di eccellenza e soprattutto custodi dell’intelligenza territoriale; la loro vicinanza alle comunità locali inoltre le rende interlocutori fondamentali nella definizione delle azioni da implementare. La provincia di Bergamo già rappresenta, e grazie agli interventi in programma, rappresenterà sempre di più un sistema territoriale intelligente dove la pubblica amministrazione, l’ambiente urbano, le infrastrutture, l’ambiente naturale e l’uso di suolo, i beni culturali, le attività produttive e le realtà sociali contribuiscono ad uno sviluppo sostenibile.

Giorgio Gori, Sindaco di Bergamo sottolinea:

“Parlare di Bergamo vuol dire parlare di impresa e soprattutto di piccole e medie imprese, perché di questo è fatto il nostro tessuto economico. È un tessuto economico forte, che ha saputo resistere anche a quello che è accaduto in Italia e nel nostro territorio nel 2020 – la prima terribile ondata del Covid – e che ha dato grandi segni di resilienza e di capacità di ripresa. Ma non è soltanto un sistema fatto di imprese; è un sistema in cui le imprese vivono e collaborano con le istituzioni pubbliche e con le espressioni della società. Questo ha determinato la nascita di un vero e proprio ‘modello Bergamo’, che noi riconosciamo nelle due dimensioni di crescita e di inclusione sociale. Una cosa non può esistere senza l’altra. E direi che c’è anche una terza dimensione che è quella della sostenibilità ambientale che è il nuovo orizzonte a cui tutti quanti oggi tendiamo. Per questo io credo che Bergamo sia, soprattutto nel 2023 quando sarà insieme a Brescia capitale italiana della cultura, il luogo giusto per ospitare il nuovo forum PMI Italia America Latina.”

Generico marzo 2022

Giacinto Giambellini – Membro della Giunta della Camera di Commercio Bergamo sottolinea:

“La Camera di Commercio in rappresentanza del sistema produttivo bergamasco – le 100.000 imprese che noi rappresentiamo – è un bell’esempio di quello che è il tessuto produttivo di tutta l’Italia. Un’Italia che produce, un’Italia che certamente ha un valore forte, un valore intrinseco, che la terra bergamasca poi porta a volte all’ennesima potenza. Siamo orgogliosi di ospitare il summit; saremo veramente fieri di poterci esprimere in quello che noi sappiamo fare sempre bene: lavorare e dare agli altri qualcosa di diverso.”

Il Prof. Alberto Brugnoli – titolare della Cattedra UNESCO di Bergamo sottolinea:

“Il sistema economico e sociale di Bergamo presenta peculiarità che gli hanno permesso di affermarsi come un modello di sviluppo sostenibile, di cui il sistema delle PMI è un elemento fondamentale. Inoltre, è importante segnalare che nel 2023 celebreremo Bergamo e Brescia come Capitale Nazionale della Cultura, occasione è spazio privilegiato anche per lo sviluppo delle relazioni tra Italia e America Latina. L’Università di Bergamo, così come la sua Cattedra UNESCO in “Diritti umani, cooperazione internazionale e sviluppo sostenibile”, riconosce la grande importanza del Forum Italia America Latina, il quale si presenta come una opportunità di grande valore per riflettere, progettare e attuare in aree fondamentali per lo sviluppo di sistemi territoriali di PMI.”

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI