• Abbonati
Il punto del tifoso

La partita del riscatto: e l’Atalanta non ha deluso fotogallery

In una cornice di pubblico degna dell’Europa, la formazione di Gasperini ha brillantemente superato il Bayer Leverkusen per 3 a 2.

Doveva essere la partita del riscatto dopo la brutta prova di Roma e l’Atalanta non ha deluso i suoi tifosi. In una cornice di pubblico degna dell’Europa, la formazione di Gasperini ha brillantemente superato il Bayer Leverkusen per 3 a 2.

E dire che i nerazzurri non erano partiti benissimo, sovrastati dai tedeschi capaci di fraseggiare con grande facilità e di rendersi pericolosi dalle parti di Musso, tanto da portarsi in vantaggio con un bel tiro da fuori area dopo che poco prima avevano colpito un clamoroso palo su punizione.

La reazione atalantina però non si è fatta attendere ed è stata veemente e tale da consentire di ribaltare il risultato con le reti di Malinovsky e Muriel. Nonostante il vantaggio la squadra atalantina ha continuato ad attaccare sfiorando in più occasioni la terza marcatura.

Il premio arriva però all’inizio della ripresa quando nuovamente Muriel supera Hrdecky con un tiro imprendibile. Lo scatenato colombiano va vicinissimo alla quarta rete e solo un miracolo dell’estremo difensore tedesco salva i suoi dalla probabile definitiva capitolazione.

Ma il calcio è strano e nel momento di maggiore pressione dell’Atalanta una disattenzione difensiva consente a Diaby di accorciare le distanze. La Dea non demorde e cerca in più occasioni di allungare nuovamente ma senza successo, anche perché nel finale e nonostante qualche necessario innesto la fatica si fa sentire.

Finisce così con la vittoria atalantina di misura ed è un peccato perché senza qualche sbavatura e con un pizzico di fortuna in più il passaggio del turno poteva essere blindato. Ora tra sette giorni in Germania, pur con il vantaggio di avere a disposizione due risultati su tre, sarà una grande battaglia.

Onestamente non trovo nessun giocatore nerazzurro che non abbia meritato almeno la sufficienza, con il solito Koopmeiners instancabile spina nel fianco degli avversari ed un Muriel che è apparso quello dei tempi migliori. Prova molto convincente anche quella di Malinovsky nonostante il pensiero per il suo popolo in guerra.

Prima però della gara di ritorno, la Dea attende domenica al Gewiss un claudicante Genoa, in una partita che ammette un solo risultato per il rilancio delle ambizioni nerazzurre in campionato.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Atalanta-Bayer Leverkusen, il film della partita
Appunti&virgole
Atalanta stella d’Europa: notti magiche, emozioni forti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI