Nuove regole

Gli ospedali riaprono le porte ai parenti e ai visitatori dei degenti

Alcune strutture hanno già ridotto le limitazioni: si accede con green pass, tampone negativo se si è fermi alla seconda dose e a Treviglio e Romano con mascherina Ffp2

Bergamo. Riaprono ai parenti dei degenti tutti gli ospedali lombardi. Da giovedì è quindi possibile accedere alle strutture per far visita alle persone ricoverate.

Serve naturalmente il green pass, più un tampone per chi ha fatto solo due dosi. Gli accessi sono consentiti solo nei reparti Covid free e le visite non possono durare più di 45 minuti.

Asst Papa Giovanni: per l’ospedale di Bergamo e quello di San Giovanni Bianco l’orario visite è dalle 16 alle 18, mentre al centro di riabilitazione specialistica dalle 13 alle 15.

Asst Bergamo Est: oltre al green pass, è necessario dotarsi anche di mascherina Ffp2. Gli orari di visita per gli ospedali di Alzano, Seriate, Piario, Lovere e Gazzaniga variano a seconda della struttura. Tutte le informazioni sul sito.

Asst Bergamo Ovest: negli ospedali di Treviglio-Caravaggio e Romano di Lombardia l’accesso ai parenti e ai visitatori è consentito già dallo scorso 25 febbraio. È possibile consultare gli orari sul sito.

Strutture private: Humanitas Gavazzeni e Humanitas Castelli riapriranno ai visitatori il 14 marzo, tra le 19 e le 20, un visitatore alla volta per ogni paziente ricoverato. Il Policlinico San Marco di Zingonia ha riaperto le visite l’1 marzo, il Policlinico San Pietro il 25 febbraio.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI