• Abbonati
Andata ottavi di finale

L’Atalanta vuole ritrovarsi in Europa League: col Bayer torna Muriel dal 1′

Tra i pali Musso, davanti a lui Toloi, Demiral e Palomino. A centrocampo Hateboer, De Roon, Freuler e Zappacosta. Sulla trequarti Koopmeiners e Malinovskyi alle spalle del colombiano. Nelle fila ospiti assente la punta di diamante Shick

La sfida degli ottavi di finale di Europa League contro il Bayer Leverkusen è alle porte. Giovedì 10 marzo alle 21 l’Atalanta giocherà al Gewiss Stadium nel match di andata con i tedeschi. Come confessato da Gasperini nella conferenza stampa della vigilia il fatto di tornare in campo subito dopo pochi giorni dall’ultimo impegno è un vantaggio, soprattutto se la prestazione di sabato in campionato al cospetto della Roma non è stata brillante.

I nerazzurri in Serie A stanno attraversando un periodo di alti e bassi non riuscendo a trovare la continuità di risultati e performance. Giocare in campo internazionale a metà settimana servirà ai bergamaschi per togliersi di dosso qualche critica e riabbracciare le certezze acquisite in coppa due settimane fa.

Le motivazioni in sfide come quella di giovedì sera vengono in automatico e la voglia di dimostrare ancora una volta la forza del gruppo sarà determinante per scendere sul rettangolo verde con il coltello tra i denti.

La truppa allenata dallo svizzero Gerardo Seoane è la terza forza della Bundesliga. Il marchio di fabbrica del Leverkusen è la fase offensiva particolarmente efficace: verticalizzazioni, velocità e inserimenti negli spazi sono le caratteristiche di una rosa che preferisce attaccare piuttosto che difendere.

Da entrambe le parti le assenze dei bomber Zapata e Schick peseranno parecchio nell’economia del gioco delle due squadre. Sia l’Atalanta che il Bayer hanno alternative di livello per sopperire agli infortuni però mancherà il fiuto del gol degli arieti e questo costringerà i tecnici a modificare la tattica nell’area di rigore avversaria.

Per strappare la qualificazione ai quarti di finale di Europa League Gasperini sceglierà la migliore formazione possibile, senza farsi condizionare dai prossimi impegni. Tra i pali ci sarà Musso, davanti a lui Toloi, Demiral e Palomino a comporre il terzetto arretrato. A centrocampo Hateboer, De Roon, Freuler e Zappacosta. Sulla trequarti Koopmeiners e Malinovskyi alle spalle di Muriel.

Gli ospiti si schiereranno con il classico 4-2-3-1 con Hradecky in porta. In difesa Frimpong, Tapsoba, Tah e Hincapié. Sulla linea mediana Demirbay e Palacios, dietro al trio Diaby, Wirtz, e Adli. Come unica punta ci sarà Alario.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI