Il lutto

Terno d’Isola piange Emanuela, il ricordo del sindaco Sala e degli amici su Facebook

La mattina di martedì era passata a fare gli auguri per la festa della donna alla sua mamma. Tre giorni prima del frontale aveva ritirato dal concessionario la Lancia Y sulla quale è morta

Terno d’Isola. Aveva appena comprato la macchina nuova Emanuela Rubini, la donna di 55 anni deceduta nello schianto avvenuto martedì 8 marzo a Pozzo d’Adda, comune del Milanese dove lavorava in uno studio di commercialisti. L’aveva ritirata sabato 5 marzo, tre giorni prima di morire.

E proprio sulla sua Lancia Y fresca di concessionaria, è rimasta vittima di un frontale contro una Seat Ibiza guidata da un giovane di 25 anni, ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Niguarda.

Emanuela era appena uscita dal lavoro: era impiegata da anni nello studio Teresa Manzotti di Pozzo d’Adda, che nella giornata di mercoledì ha deciso di chiudere per lutto.

Molto conosciuta in paese, aveva una figlia di 19 anni, Giulia. La ricorda il sindaco di Terno d’Isola, Gianluca Sala: “La conoscevo bene e sono molto affranto per la tragedia che ha colpito la famiglia. Giulia è in classe con mia figlia, quindi ci frequentavamo e posso dire che Emanuela era una persona ben voluta da tutti, solare e disponibile. Esprimo le mie condoglianze a nome della mia famiglia e di tutto il paese”.

Sono tante le persone che hanno voluto lasciare un saluto sui social. “Dolore. Immenso, infinito. Impotenza. Devastante, frustrante. Hai lasciato tutti annichiliti, prostrati, increduli. Non è da te. Sei passata lieve, dolce e gentile nella vita di tutti noi che ti abbiamo conosciuta, la violenza di questo addio è straziante. Il vuoto assoluto ora.
Non ti ha mai fatto sconti la vita, ma con il tuo sorriso più dolce l’hai affrontata, in punta di piedi per non dare fastidio, accompagnata dagli affanni quotidiani, sopportati senza moti di ribellione. Il tuo sorriso resterà indelebile per chi ha avuto la fortuna di condividere anche solo un attimo della tua vita”, scrive un’amica, postando una fotografia di una serata trascorsa in compagnia, sorrisi e bicchieri alzati in un brindisi.

“E io adesso come faccio senza di te?”, si chiede un altro amico, postando una foto insieme ad Emanuela, entrambi giovanissimi, acconciature fine anni ’80.

Tanti anche i messaggi sul gruppo Sei di Terno d’Isola Se…. Chi partecipa al lutto con un Rip o le condoglianze alla famiglia, chi invece esprime la sua incredulità per la tragica scomparsa della 54enne. Il giorno della sua morte era l’8 marzo, la festa della donna e la mattina Emanuela aveva inviato messaggi di auguri alle sue amiche. Ed era andata a trovare la sua anziana mamma, promettendo che sarebbe tornata la sera per portarle le mimose.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Emanuela Rubini
Martedì alle 17.20
Scontro frontale nel Milanese: muore una donna di Terno d’Isola
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI