Quantcast
Drusilla, mostre e tanti recital teatrali: la festa della donna in Bergamasca - BergamoNews
La panoramica

Drusilla, mostre e tanti recital teatrali: la festa della donna in Bergamasca

Provincia di Bergamo. Dopo i due anni di stop a causa della pandemia da Covid-19, tornano a svolgersi dal vivo le iniziative in occasione della giornata della donna

Provincia di Bergamo. Dopo i due anni di stop a causa della pandemia da Covid-19, tornano a svolgersi dal vivo le iniziative in occasione della giornata della donna. Il programma è ricco di appuntamenti fra i quali spiccano lo spettacolo di Drusilla al Creberg e tanti recital teatrali.

Ecco la panoramica degli eventi promossi per la festa della donna nella Bergamasca

BERGAMO

Martedì 8 marzo alle 21 al teatro Creberg andrà in scena “Eleganzissima”, con Drusilla Foer, il personaggio, interpretato dall’attore e regista teatrale Gianluca Gori, apprezzato nei panni di co-conduttrice accanto ad Amadeus nel corso del festival di Sanremo.
Sul palco, inoltre, ci saranno Loris di Leo – pianoforte, Nico Gori – clarinetto e sax, con la direzione artistica di Franco Godi.
Il recital scritto e interpretato da Drusilla Foer, in una nuova versione aggiornata, prosegue il suo viaggio raccontando gli aneddoti tratti dalla vita straordinaria di Madame Foer, vissuta fra l’Italia, Cuba, l’America e l’Europa, e costellata di incontri e grandi amicizie con persone fuori dal comune e personaggi famosi, fra il reale e il verosimile. In “Eleganzissima”, essenziali al racconto biografico sono le canzoni, che Drusilla interpreta dal vivo accompagnata dai suoi musicisti.
Il recital, ricco di musica, svela un po’ di lei: familiare per i suoi racconti così confidenziali e unica, per quanto quei ricordi sono eccezionali e solo suoi. Il pubblico si trova coinvolto in un viaggio nella realtà così poco ordinaria di un personaggio realmente straordinario, in un’alternanza di momenti che strappano la risata e altri dall’intensità commovente.
La produzione è della Best Sound di Franco Godi, compositore per la pubblicità, per la tv e per il cinema fin dagli anni ’60, nonchè scopritore e artefice dell’hip hop di successo in Italia dagli anni 90 a oggi.

Martedì 8 marzo alle 20.45 al Teatro Qoelet di Redona, si terrà la serata “Letture al femminile: quando la fragilità mentale diventa poesia”, a cura della Compagnia teatrale “I ragazzi di Sala Paris” di Dalmine.

Lo spettacolo rientra nella campagna “1caffèx2”, progetto di sensibilizzazione, raccolta fondi e lotta allo stigma nell’area della salute mentale, ideato dal Tavolo Salute Mentale, Ambito 1 di Bergamo, al quale partecipa anche la nostra azienda, ed è realizzato anche con il contributo della Fondazione della Comunità Bergamasca.

Filo conduttore della serata sarà il difficile rapporto con la malattia mentale, esplorato, in occasione della giornata internazionale della donna, da una prospettiva tutta al femminile.
Verranno letti brani di grandi scrittrici, da Virginia Woolf a Alda Merini, le quali hanno saputo dare forma alle proprie fragilità in pagine memorabili di poesia, e anche testimonianze di donne comuni, capaci di raccontare con coraggio e dignità la propria personale esperienza di confronto con la sofferenza psichica.

La Compagnia teatrale “I ragazzi di Sala Paris” di Dalmine è attiva dal 2014: nata inizialmente come gruppo di adolescenti desiderosi di avvicinarsi al mondo del teatro, è ormai una realtà consolidata con numerose produzioni teatrali all’attivo.

Ingresso libero e gratuito. Sarà a disposizione gratuitamente l’ampio parcheggio dei Monfortani che si trova in via Goisis 96/B a 300 mt dal teatro.

PROVINCIA

Lunedì 7 marzo alle ore 20, al Centro Diurno di via Locatelli a Canonica d’Adda appuntamento con “Alfonsina Strada – Una corsa per l’emancipazione”, monologo teatrale a cura di Luna e Gnac Teatro.
Alfonsina Morini Strada è figlia di contadini e di un tempo che non ha scelto, i primi del ‘900. Un tempo in cui il ciclismo è per impavidi eroi. Sono forti, sono gagliardi.
E sono tutti maschi.
Alfonsina è una bambina di dieci anni quando si innamora della bicicletta.
È una ragazzina quando si allena di nascosto con la vecchia bici del padre.
È una donna quando diventa una ciclista, una campionessa, una vera sportiva.
Ma soprattutto, Alfonsina è uno scandalo.
Perché vive nell’Italia di cento anni fa.
L’Italia del fascismo, l’Italia del pensiero maschilista, l’Italia in cui le donne non votano.
In questa Italia Alfonsina si inventa e si costruisce il proprio destino, scardinando preconcetti e convenzioni e partecipando – unica donna nella storia – al Giro d’Italia, nel 1924.

Quella di Alfonsina è una storia vera e straordinaria.

dagli 11 anni
con Federica Molteni
regia Michele Eynard
produzione Luna e GNAC Teatro
Ingresso gratuito. con prenotazione obbligatoria.
Obbligatorio Green pass rafforzato per i maggiori di 12 anni
indossare mascherina FFp2 dai 6 anni.

Sino al 13 marzo al Palazzo Milesi di Gromo rimarrà esposta l’opera realizzata dai partecipanti a un laboratorio artistico dell’artista Lucia Sanavio in occasione della Festa della Donna.

Martedì 8 marzo alle 20.45 all’Auditorium Modernissimo di Nembro si terrà una serata di musica & poesia per la festa della donna, dal titolo “Coltivare prodigi come fossero alberi di mele…”.
Si esibiranno Simonetta Agazzi – pianoforte; Sonia Lubrini – voce; Oscar Conti – chitarra; e Sara Pesce ed Enzo Sciamè – letture.
L’ingresso è libero (fino a esaurimento posti).
Obbligatorio green pass rafforzato e mascherina Ffp2.

Martedì 8 marzo alle 20.30 al Centro Polifunzionale UFO di Ponte San Pietro andrà in scena “Mi piace da morire”, spettacolo comico con musica dal vivo, con Debora Mancini (attrice) e Daniele Longo (tastiere, voce e fisarmonica).
Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria allo 035/6228611
Necessari green pass rinforzato e mascherina FFP2.

Martedì 8 marzo alle 21 alla Sala della Comunità dell’oratorio di Osio Sotto, in via Sant’Alessandro 1, andrà in scena “Io, Emanuela; agente della scorta di Paolo Borsellino”, spettacolo teatrale con Laura Mantovi e regia di Sara Poli.
L’iniziativa è promossa dall’assessorato alla Cultura e alle Pari Opportunità.
Ingresso gratuito.
Obbligo di GreenPass rafforzato.

Dall’8 al 13 marzo alla sede di AlzanoViva, ad Alzano Lombardo in via Fantoni, 23, sarà allestita una mostra dal titolo “8 marzo – Tutte le donne fanno la storia”. Cittadinanza Attiva – Alzano Viva hanno raccolto, per questa esposizione, le immagini di donne alzanesi, a rappresentare la forza, il coraggio, il lavoro, la dolcezza, l’allegria, l’impegno, lo studio, la spensieratezza… insomma la meraviglia di tutte le donne, di tutte le età, di tutti i luoghi.
Vicini a tutte le donne, madri, sorelle, amiche, compagne di vita che in questo momento non possono pensare ad altro che a salvare le loro vite, quelle dei loro cari e dei loro paesi travolti dalle guerre.
La mostra sarà visitabile:
– Martedì 8 marzo dalle 15 alle 19
Dalle 17 ci sarà l’evento dal vivo Gruppo di espressione corporea Ichnos-Didymos.
– Mercoledì 9 marzo dalle 10 alle 12
– Sabato 12 marzo dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18
– Domenica 13 marzo dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.

A Costa Volpino il CIF in collaborazione con l’Amministrazione Comunale organizza giovedì 10 marzo alle 20.30 al cinema Iride la proiezione del film “Il diritto di contare”.
L’ingresso è gratuito.

Giovedì 10 marzo alle 20.45 alla biblioteca comunale di Gandino si terrà “Donne che hanno cambiato il mondo”. Un omaggio a donne straordinarie che, con le loro scelte, hanno influito profondamente sulla società, il costume e la storia del mondo.
Le protagoniste sono regine, scienziate, ariste, eroine o semplicemente donne: la loro vita, costellata di fatiche, sconfitte e successi, appassiona e commuove, in un viaggio attraverso il tempo.
Letture: Barbara Pizzetti; chitarra, violoncello e canto: Eva Feudo Shoo.

Venerdì 11 marzo alle 20.45 al centro culturale di Brusaporto si terrà una serata di letture e musica per la giornata della donna. Si esibiranno Giorgio Personelli – voce, e Pierangelo Frugnoli – chitarra.
Per partecipare all’evento è obbligatorio essere in possesso del Green pass “rafforzato” e indossare una mascherina FFP2.

Sabato 12 marzo alle 21 alla sala Legrenzi a Clusone Luca Balduzzi presenta una riflessione al pianoforte per la giornata internazionale della donna. Una serata di musica per celebrare la donna.
La partecipazione è gratuita previa esibizione di green pass.

Domenica 13 marzo alle 15.30 alla Parra Oppidum degli Orobi di Parre sarà possibile partecipare “La condizione della donna nell’età del ferro”, pomeriggio di racconti per la festa della donna.
Il racconto è “La condizione della donna nell’età del Ferro” a cura della Conservatrice del Sito Archeologico, Claudia Mangani.
La partecipazione è gratuita.
L’iscrizione è consigliata (massimo 25 posti con green pass rafforzato) al numero 342.3897672.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI