A cura di

Oriocenter

La novità

Lo shopping “unexpected” di Oriocenter va in scena con uno spot in tv

On air fino al 12 marzo sulle principali reti televisive nazionali, il cortometraggio firmato da GiovanniRossiStudio è l’ultimo tassello della nuova campagna istituzionale che mette al centro della narrazione l’unicità e l’esclusività del mall

La tigre e la giraffa che da settembre campeggiano sulla facciata di Oriocenter sono pronte a dare una zampata anche alla programmazione TV. Ultimo tassello della nuova immagine coordinata e della campagna integrata “Unexpected” del Selected Stores più grande d’Italia, il nuovo spot è on air fino al 12 marzo sulle principali emittenti televisive nazionali e piattaforme on-demand.

Il concept creativo
Lo spot è volutamente provocatorio, sofisticato nelle scelte di regia e ipnotico nella composizione delle scene, per sottolineare la capacità di Oriocenter di adattarsi come un outfit sartoriale e su misura alle esigenze di ciascun visitatore. Un’attitudine camaleontica interpretata alla perfezione dalla tigre e dalla giraffa che, con il loro mantello mimetico, si aggirano con passo sicuro tra manichini e atmosfere da set cinematografico: una jungla glamour in cui per scelta vetrine e negozi non compaiono mai in modo esplicito, amplificando l’effetto straniante. Le immagini ad alto impatto descrivono l’essenza e l’unicità di Oriocenter: un gigante con 300 insegne, costantemente in crescita e a caccia di novità, affamato di nuove tendenze e capace di suscitare ad ogni incontro emozioni che lasciano il segno. «L’idea è che Oriocenter oggi sia molto più che un centro commerciale: una scatola delle meraviglie che permette a ognuno di interpretare lo spazio a proprio modo, grazie a un’offerta varia e completa che rende possibili attività di ogni tipo e per ogni persona», commenta Giovanni Rossi dell’omonimo studio di marketing e comunicazione di Modena, dal 2017 consulente dell’immagine di Oriocenter e già firma delle due precedenti campagne. “La nuova campagna “Unexpected” rientra nell’ambito di una strategia di comunicazione integrata, che accompagnerà Oriocenter in un importante percorso di valorizzazione della sua capacità innovativa e unicità, con un tocco di eleganza e stile che da sempre lo caratterizzano ma che quest’anno vogliamo ancora di più evidenziare”.

Il post-Covid e l’offerta “Unexpected”
Per rispondere alle esigenze di una clientela in costante evoluzione, Oriocenter ha saputo nel corso degli anni imporsi come una voce fuori dagli schemi per la qualità e varietà dei suoi punti vendita. Guardando per esempio alla categoria merceologica più rappresentata, quella dell’abbigliamento, non manca al suo interno una nutrita schiera di brand di lusso come Boss, Coccinelle, Elisabetta Franchi, Emporio Armani, Garmin Premium Dealer, Lacoste, Michael Kors, Patrizia Pepe, Polo Ralph Lauren, Twinset, Weekend by Max Mara, Woolrich. Un vero e proprio “quadrilatero della moda” – i negozi si concentrano quasi tutti intorno alla scala mobile che porta a quella che è stata battezzata “Piazza Armani” – che costituisce un unicuum nel panorama dei mall full price.

Ma non solo; nel tempo Oriocenter si è affermato anche come precursore di una modalità di fruizione degli spazi commerciali che, appunto inaspettatamente, vede lo shopping come attività ancillare di un’esperienza di entertainment integrata simile a quella di una vera e propria destinazione turistica. Con oltre 50 insegne dedicate alla ristorazione e alla caffetteria, e un’offerta che spazia dal fast food alla cucina regionale ed etnica, la componente enogastronomica è un asset chiave da vivere e assaporare in due Food Court attrezzate con WiFi gratuito e postazioni per lo smart working, il multisala UCI con 14 sale tra cui la sala IMAX con lo schermo da 450mq, un ipermercato Iper e una SmartClinic del Gruppo Ospedaliero San Donato che risponde a diverse esigenze diagnostiche e di cura.

Una formula che, unita ad un attento percorso di selezione dei brand ospitati nelle sue gallerie – non nuove ad essere scelte per il debutto in Italia di punti vendita prestigiosi dei settori fashion, design e ristorazione, ha consentito al mall di crescere ed evolvere anche in anni complicati per il settore retail. Nel 2021 Oriocenter ha messo a segno 21 nuove aperture tra cui Cisalfa, Starbucks, Garmin Premium Dealer, Refrigiwear, CMP, Smokery by Roadhouse, Robe di Kappa e Superga), e registrato un aumento degli scontrini medi e dei tempi di permanenza all’interno della sua area commerciale. Il 2021 ha visto inoltre Oriocenter trasformarsi per un mese in galleria d’arte ospitando l’edizione pilota di Extrasalone, spin-off del Salone del Mobile ideato per celebrare il design nella sua accezione più ampia e avvicinare i marchi del design al grande pubblico: un’iniziativa di successo con oltre 10.000 interazioni con le installazioni e i prodotti esposti tracciate attraverso l’utilizzo di QR code.

“La pandemia ha accelerato alcune delle tendenze in atto ed è cruciale rispondere con agilità agli stimoli che riceviamo” – commenta Ruggero Pizzagalli, Direttore di Oriocenter. “Un altro aspetto al quale guardiamo con grande attenzione è quello dell’integrazione tra esperienza fisica e digitale, che genera nuove forme di interazione con il punto vendita ma anche nuovi sistemi di comunicazione. Nel 2021 abbiamo scelto come testimonial un team di 13 ambassador scelti sulla rete, investendo sulla loro formazione e rendendoli parte attiva del processo di content creation. Nei primi 2 mesi di attività hanno prodotto oltre 480 contenuti tra post, stories e reel ottenendo più di 3 milioni di impressions e migliaia di interazioni: un successo che ci porterà a ripetere l’iniziativa anche nel 2022, alzando ulteriormente l’asticella della competizione.”

Tra le novità attese per il 2022 si parla di un ulteriore ampliamento della collezione di marchi di abbigliamento con l’arrivo di Falconeri, che con il suo cachemire made in Italy rafforza l’offerta premium del mall, e Champions, a riconferma del grande peso che lo sportswear ha acquisito nel paniere grazie alle nuove abitudini e stili di vita emersi durante la pandemia. In primavera termineranno anche i lavori di restyling della Food Court storica, affacciata sull’aeroporto di Orio al Serio, che accoglierà i clienti nelle pause dallo shopping con nuovi arredi, 3 maxischermi e un nuovo, moderno impianto di ventilazione e condizionamento.

Oltre a diverse proposte stuzzicanti – apriranno due nuovi ristoranti, Alice Pizza e Marcellino il Sarto del Panino – verranno create anche postazioni riservate allo smartworking attrezzate con multiprese per la ricarica dei device. Nelle prossime settimane, Oriocenter monitorerà con attenzione anche l’impatto della riapertura dei confini nazionali. Complice anche la vicinanza con l’aeroporto di Orio al Serio, infatti, negli anni pre-pandemia il mall si era affermato anche come meta d’elezione per un bacino nutrito di visitatori provenienti da altre regioni e turismo incoming, quest’ultimo pari al 9% del flusso totale di visitatori nel 2019.

Per maggiori informazioni sul Selected Stores e la sua offerta “unexpected”:
https://oriocenter.it/it

Per guardare lo spot “unexpected”: https://www.youtube.com/user/Oriocenterchannel

Oriocenter “Unexpected” – Lo spot

Crediti:
Agency: GiovanniRossiStudio
Production: Popkorn Films
Director: Daniele Testi (Popkorn Films)
Producer: Mattia Morselli (Popkorn Films)
Dop: Renzo Angelillo (Popkorn Films)
Editor: Francesco Giannini (Popkorn Films)
3D Artist: Fabrizio Zazzera
Music: Andrea Melini – AdverCity
Sound Design: Pierluigi Zanni
Mix Audio: Tam Tam Studio
Color Correction: Giulio Rosso Chioso

Ufficio Stampa | P.R. & Go Up Communication Partners
Via Fabio Filzi 27, 20124 Milano | www.press-goup.it
Chiara Borghi – Email: chiara.borghi@prgoup.it | Tel. +39 345 6556139
Daniela Brescianini – Email: daniela.brescianini@prgoup.it | Tel. +39 346 9889852

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI