• Abbonati
Il tweet

Missione russa a Bergamo durante il Covid, Gori: “Aiuto, propaganda o intelligence?” fotogallery

Il sindaco torna con la memoria a quei giorni di marzo 2020, nel pieno della prima ondata pandemica: "Arrivarono più generali che medici". Belotti (Lega): "Ha una bella fantasia"

Bergamo. "Fu aiuto, propaganda o intelligence?". O, forse, tutte e tre le cose? Non è il primo a domandarselo, ma "col senno di poi è inevitabile tornare alla missione russa in Italia della primavera 2020 - scrive su Twitter il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori -. Sono testimone dell’aiuto prestato dai medici del contingente, ma va ricordato che a Pratica di Mare arrivarono più generali che medici".

 

Al sindaco dem risponde il deputato leghista Daniele Belotti: "Capisco le tensioni per la guerra e l'astio verso Putin, ma come si fa a rinnegare un'operazione pacifica che era stata apprezzata ed elogiata da tutti come la sanificazione delle case di riposo della bergamasca da parte dei militari russi, nel momento più drammatico della pandemia? Certo, potrà essere stata propaganda, ma pensare che fossero venuti a Bergamo per cercare segreti al Don Orione o al Gleno ci vuole proprio una bella fantasia".

A fine marzo 2020 l'Italia era a un mese circa dai primi contagi di Covid-19 registrati sul territorio nazionale e stava già affrontando una situazione sanitaria critica, con il suo centro principale nella provincia di Bergamo.

 

Precisamente il 22 marzo 2020, partiva in maniera ufficiale una missione da Mosca, chiamata “Dalla Russia con amore”, con lo sbarco sulla pista di Pratica di Mare di un contingente militare russo, composto da tredici quadrireattori con 104 militari e due civili, Natalia Pshenichnaya e Aleksandr Semenov, i due epidemiologi russi più autorevoli.

L’accordo tra Putin e Conte era avvenuto il giorno prima via telefono e non c’era stato modo, in un momento di alta emergenza come quella che si stava vivendo, di domandarsi come mai l’esercito russo volesse avviare una missione in un Paese Nato.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
russi a Bergamo
Il dubbio
Russi a Bergamo a inizio Covid, Gregorio Fontana: “Fare luce sulla fornitura di ventilatori difettosi”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI