Quantcast
Frana, la Regione riaprirà il riesame delle concessioni minerarie - BergamoNews
Sebino

Frana, la Regione riaprirà il riesame delle concessioni minerarie

Si è conclusa con almeno due colpi di scena la riunione fra la Regione e i sindaci di Vigolo, Parzanica e Tavernola.

Tavernola. Si è conclusa con almeno due colpi di scena la riunione fra la Regione e i sindaci di Vigolo, Parzanica e Tavernola.

Non c’è ancora nessuna ufficialità, ma dalla videoconferenza di martedì 16 febbraio è uscita una delle notizie più sperate: Regione Lombardia sembra intenzionata a riaprire il riesame delle autorizzazioni per la miniera Ca’ Bianca di Parzanica. E, qualora avvenisse, a dare facoltà agli enti locali (e quindi ai sindaci dei tre comuni) di esprimersi e di fornire le proprie motivazioni.

La riapertura del riesame potrebbe avvenire dalla fine di marzo, ma su questo aspetto non ci sono certezze al momento.

Un discorso diverso invece riguarda la messa in discussione delle autorizzazioni del cementificio. Se le concessioni minerarie sono di competenza della Regione, l’Aia (Autorizzazione Integrata Ambientale) dipende dalla Provincia di Bergamo. E da via Tasso per ora non ci sono prese di posizione.

Intanto continua ad avere valore il piano di sicurezza elaborato dalla ditta ItalSacci, che tuttavia non è chiaro se sia stato sottoposto al parere di enti nazionali competenti in materia.

Ma dal tavolo di martedì esce un’altra notizia positiva. Per la prima volta è stato menzionato il tema della delocalizzazione come “una delle ipotesi da valutare”. In ogni caso l’effettiva discussione di questo punto sarà subordinata all’esito dell’eventuale riesame delle autorizzazioni.

Per quanto riguarda le lamentele relative alle attività di estrazione con martelli pneumatici avvenute nelle ultime settimane, Regione Lombardia ha giustificato gli interventi come lavori di “riprofilatura” di alcune aree da mettere in sicurezza. E ha chiarito che l’uso dei martelli pneumatici rientrerà all’interno di alcune “prove e analisi del rumore e delle vibrazioni” legate al monitoraggio della frana che saranno stabilite attraverso un provvedimento previsto per la prossima settimana.

All’interno della stessa misura inoltre verrà ribadito il divieto per il cementificio di effettuare esplosioni.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Frana a Tavernola
Consiglio regionale
Frana, Regione Lombardia si impegna a mettere in sicurezza il monte Saresano
Frana a Tavernola
Parzanica
Frana, nella miniera Ca’ Bianca martelli pneumatici al posto delle mine
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI