Quantcast
Frana, Regione Lombardia si impegna a mettere in sicurezza il monte Saresano - BergamoNews
Consiglio regionale

Frana, Regione Lombardia si impegna a mettere in sicurezza il monte Saresano

Proposto da nove consiglieri della Lega, il testo approvato arriva dopo la mozione presentata sullo stesso argomento il 2 febbraio dal consigliere di minoranza del M5S Ferdinando Alberti

Tavernola. Un altro passo importante nella battaglia per la messa in sicurezza del monte Saresano. Regione Lombardia ora sottoscrive anche formalmente il proprio impegno negli interventi di difesa contro la frana del lago d’Iseo. Nel pomeriggio di martedì 15 febbraio è stato approvato all’unanimità in consiglio regionale il documento con cui si chiede alla giunta Fontana di mettere in campo tutte le azioni necessarie a garantire la tutela dei 60.000 cittadini del lago.

I punti salienti dell’accordo riguardano due richieste: quella di esaminare la possibilità di una valutazione ambientale delle attività nella miniera Ca’ Bianca di Parzanica e quella di valutare, insieme al cementificio Italsacci e agli enti locali, le condizioni per un’eventuale delocalizzazione e riconversione dell’attività. Per quanto riguarda la ripresa delle attività di estrazione (sospese da dicembre) si invita a mantenere un approccio di prudenza e a considerare altre modalità di coltivazione, ma che escludano comunque l’utilizzo di materiale esplosivo.

Il consiglio regionale sollecita anche a proseguire le operazioni di monitoraggio della frana, implementandole secondo le indicazioni fornite dallo studio degli esperti e mettendo a disposizione degli enti locali report periodici. Allo stesso modo viene chiesto di procedere velocemente all’affidamento della progettazione degli interventi di mitigazione. Da ultimo l’impegno a domandare al Governo ulteriori risorse economiche per gli interventi di messa in sicurezza e per un’eventuale delocalizzazione.

Proposto da nove consiglieri della Lega, il testo approvato arriva dopo la mozione presentata sullo stesso argomento il 2 febbraio dal consigliere di minoranza del M5S Ferdinando Alberti.

Una versione, quella del pentastellato, molto più dura e che è stata bocciata nella seduta di martedì. La Lega ha però cercato e trovato l’elaborazione di un documento che potesse essere votato dall’intero consiglio.

Per il lago d’Iseo è un risultato importante, che dimostra una presa di consapevolezza da parte della giunta lombarda riguardo allo stato d’instabilità e di insicurezza della sua popolazione. Si tratta anche di una prova della forza dei cittadini, soprattutto di Parzanica, Vigolo e Tavernola, che con le loro segnalazioni sono riusciti ad ottenere l’attenzione di Regione Lombardia. Dopo la risoluzione parlamentare dell’onorevole Devis Dori (Leu), ora sia il Governo che la Regione mettono nero su bianco il proprio rispettivo supporto alla frana del monte Saresano.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Frana a Tavernola
Sebino
Frana, la Regione riaprirà il riesame delle concessioni minerarie
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI