Simone scaburri

Spinone: “Non bastano gli aumenti per incentivare l’impegno nelle istituzioni”

Il comune di Spinone al Lago ha deciso di diluire gli aumenti stanziati dal governo nei tre anni previsti dalla normativa

Spinone al Lago. Simone Scaburri, sindaco di Spinone al Lago, comune con meno di ci ha 1000 abitanti, ha detto la sua riguardo l’aumento in busta paga di sindaci e assessori comunali, di come questi aumenti possano impattare sull’amministrazione e sui quali sono le difficoltà che un primo cittadino è chiamato a vivere quotidianamente.

La normativa

Il comune di Spinone al Lago ha deciso di diluire gli aumenti stanziati dal governo nei tre anni previsti dalla normativa. Per il sindaco questo aumento negli stipendi non incentiverà l’avvicinamento alle istituzioni: “Non credo cambierà molto, sicuramente è un riconoscimento per le responsabilità che ci vengono affidate e per l’impegno che ci mettiamo, ma non credo
sia la leva per fare candidare di più. Spero innanzitutto che la gente si candidi per passione e amore del territorio e della comunità”. Un mix di situazioni porta i giovani a non avvicinarsi alla politica, soprattutto nei comuni più piccoli, tra queste sicuramente le responsabilità a cui si è sottoposti e la scarsa tutela che vi è nei loro confronti.

Simone Scaburri Spinone al lago

 

Il territorio e le difficoltà

Scaburri è da sempre impegnato per il suo territorio, per quattro anni è stato Presidente della Comunità Montana (senza ricevere compenso). Dal 2004 è entrato a fare parte dell’amministrazione comunale per poi diventare vice-sindaco per dieci anni fino a quando nel 2014 è stato eletto sindaco, rinnovando il mandato nel 2019.

“Il governo stanzia molti soldi per le opere, che sicuramente servono e vengono utilizzati: abbiamo costruito una nuova scuola per l’infanzia, ma sarebbe bello che a questi fondi venissero usati per le spese correnti. I comuni si trovano in situazioni in cui hanno i soldi per pagare le spese di costruzione ma non quelli per retribuire il personale. Il rischio è che molti dei fondi stanziati per le opere pubbliche restano poi inutilizzati”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI