Dalle 20 alle 24

Spirano, venerdì open vax serale: terze dosi ad accesso libero, senza prenotazione

L’unico vincolo è temporale: devono essere trascorsi almeno 120 giorni dalla somministrazione della 2° dose (cioè prima il 7 ottobre)

Spirano. L’ASST Bergamo Ovest promuove il primo “Open Vax” serale per 3° dosi – over 12 -, senza appuntamento, Venerdì 4 Febbraio dalle ore 20 alle 24 al PalaSpirà di Spirano.

Così il Direttore Generale, Peter Assembergs: “Per incrementare ulteriormente la campagna vaccinale booster, abbiamo deciso, per la prima volta nella nostra Azienda, di organizzare un Open Vax serale, dalle ore 20 alle 24, venerdì prossimo, 4 Febbraio, al PalaSpirà di Spirano. In quest’occasione tutti i cittadini over 12 che desiderassero ricevere la terza dose potranno presentarsi senza prenotazione o anticipando quella già fissata (che si annullerà contestualmente all’atto dell’accettazione). Lanciata in Azienda l’iniziativa, altissime, come sempre, le adesioni dei professionisti che hanno garantito la loro presenza venerdì sera e che ringrazio pubblicamente”.

Tutti i cittadini che necessitassero di 3° dose potranno perciò presentarsi liberamente, senza prenotazione, al PalaSpirà, dalle 20 alle 24 (ultima accettazione ore 23.40) muniti di tessera sanitaria e documento d’identità.

L’unico vincolo è temporale: devono essere trascorsi almeno 120 giorni dalla somministrazione della 2° dose (cioè prima il 7 ottobre).

Potranno presentarsi anche cittadini con prenotazioni già effettuate in date successive o in altri Centri vaccinali: la prenotazione si annullerà automaticamente con la registrazione della vaccinazione venerdì sera.

“Ancora una volta – continua Andrea Ghedi, Direttore socio sanitario e responsabile della campagna vaccinale dell’ASST Bergamo ovest – la nostra azienda ascolta le esigenze dei cittadini, permettendo loro la vaccinazione in orari serali. Speriamo che tanti giovani e lavoratori rispondano presenti al nostro evento. In questa quarta ondata abbiamo toccato con mano l’importanza della dose booster che ha attutito gli effetti di un’ondata dai numeri esorbitanti che avrebbe portato a conseguenze ben più gravi”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI