• Abbonati
Il piano

Seriate, più controlli per la sicurezza e presidi di Polizia locale e volontari

Prosegue l’opera di rigenerazione e riqualificazione del centro storico per contrastarne le situazioni di degrado riguardanti l’ordine pubblico e l’agibilità abitativa

Seriate. Prosegue l’opera di rigenerazione e riqualificazione del centro storico per contrastarne le situazioni di degrado riguardanti l’ordine pubblico e l’agibilità abitativa. L’Amministrazione comunale per l’anno in corso ha in programma controlli mirati per verificare la sicurezza sociale e urbanistica di questa zona critica della città.

“Tre le parole d’ordine per le attività programmate quest’anno nel centro storico: sicurezza, pulizia e gradevolezza – dichiara il sindaco Cristian Vezzoli -. L’obiettivo è perseguirle con controlli adeguati finalizzati a garantire la sicurezza dello spazio pubblico e delle abitazioni. L’Amministrazione Comunale negli anni passati si è impegnata a erogare contributi economici ai proprietari degli immobili che si affacciano sulle vie del centro storico per ridipingere facciate. Ulteriori contributi sono stati elargiti per l’istallazione di un’unica antenna o di parabole.

Sono stati fatti interventi importanti quali l’arredo urbano in Piazza Bolognini, il rifacimento di via Dei Tasca e via IV Novembre, con costi abbastanza rilevanti, i volontari della Polizia Penitenziaria hanno dato un valido supporto, soprattutto nel pattugliare la stazione, Piazza Garibaldini e le vie limitrofe. La Polizia locale sta mappando e verificando tutte le zone più critiche del centro storico per ripristinarne le condizioni di sicurezza, igiene e decoro”.

Nei giorni scorsi si sono tenuti degli interventi di sicurezza urbana, a cura di una pattuglia di Polizia Locale. Gli agenti hanno presidiato via Dei Tasca e via Colombo a tutela della convivenza sociale, per prevenire comportamenti contrari all’ordine pubblico e vigilare la zona. Questo controllo rientra nel progetto dell’Amministrazione comunale di garantire 3 – 4 volte a settimana la presenza dedicata nel centro storico di agenti della Polizia locale per un presidio finalizzato alla sicurezza sociale, alla verifica del rispetto delle norme commerciali e viabilistiche e alla tutela del decoro urbano e dei cortili. Qualora sia necessario, a seguito di segnalazioni di residenti o della pattuglia, si prevede la possibilità di proseguire con interventi congiunti con le altre forze dell’ordine per contrastare spaccio e immigrazione clandestina. La Polizia locale, con la sua connotazione di sicurezza urbana, ha tra le priorità i controlli di polizia amministrativa, la prossimità e la stretta relazione con il cittadino.

A questa misura si somma anche il presidio civico, sinora garantito da AnPPe (Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria). Un’associazione di volontariato, ancora da definire, per 3 volte alla settimana, nel tardo pomeriggio, presidierà la zona per prevenire fenomeni di degrado e parlare con i residenti per raccoglierne i reclami.

“Questa misura è presa a tutela del pubblico decoro e a prevenzione di fenomeni di degrado – spiega il consigliere Bernardo Perlman, a cui è stata appena conferita la delega per il centro storico -. L’obiettivo è sensibilizzare e migliorare i comportamenti individuali e collettivi per far maturare una forte cultura civica. Durante l’anno saranno rinforzati i controlli per tutelare la convivenza civile, la qualità della vita, salvaguardare la sicurezza dei cittadini, il decoro dell’ambiente urbano. La qualità della vita di ognuno è legata a quella di tutti e questa è una grande sfida che Seriate rivolge ai suoi abitanti sul piano della responsabilità civica e ambientale per favorire la cultura del rispetto del bene comune”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI