• Abbonati
I dati

Le perdite Ryanair si riducono nonostante le restrizioni del traffico a Natale

O'Leary: "L'improvvisa comparsa della variante Omicron a fine novembre e l'isteria mediatica che ha generato hanno spinto molti governi europei a reimpostare le restrizioni ai viaggi poco prima di Natale"

Nel terzo trimestre dell’esercizio fiscale la compagnia irlandese Ryanair ha ridotto la sua perdita netta a 96 milioni di euro, anche se la variante Omicron ha pesato sul traffico aereo a Natale.

Tuttavia, i ricavi sono più che quadruplicati a 1,47 miliardi di euro nel periodo e il traffico aereo è aumentato in proporzione simile, considerato che la fine del 2020 è stata segnata da fortissime restrizioni ai viaggi internazionali a causa della pandemia di Covid-19.

Mentre il terzo trimestre era “iniziato bene” per Ryanair, soprattutto con le vacanze scolastiche di ottobre, “l’improvvisa comparsa della variante Omicron a fine novembre e l’isteria mediatica che ha generato hanno spinto molti governi europei a reimpostare le restrizioni ai viaggi poco prima di Natale “, ha detto il leader di Ryanair, Michael O’Leary.

Ciò ha comportato una “significativa” riduzione del traffico durante il consueto periodo di punta per i viaggi di Natale e Capodanno rispetto alle previsioni originali del vettore.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI