Taccuini quirinale

Sorte: “La mancata intesa sul presidente è una spinta al ritorno del proporzionale”

Nel 2018 il Centrodestra ha preso il 37% dei consensi;  il Movimento 5 Stelle il 33%; il centrosinistra il 30%. Con questi numeri è stato impossibile trovare un accordo.

Con l’accelerazione che sabato si è impressa nell’elezione del presidente della Repubblica, le impressioni dei parlamentari bergamaschi che da qualche giorno ci offrono il loro diario quirinalizio, si susseguono. E con la decisione di convergere (da parte di tutti i gruppi tranne quello di Fratelli d’Italia) su un Mattarella bis si possono avanzare alcune ipotesi sul possibile futuro politico.

Commenta così Alessandro Sorte, deputato di Forza Italia.

Verrà eletto l’attuale Presidente ex Dc Mattarella e tornerà il proporzionale.

Tutto torna e forse tornerà anche la politica quella con la P Maiuscola.

Il Paese è diviso e il Parlamento è lo specchio del Paese.

Nel 2018 il Centrodestra ha preso il 37% dei consensi;  il Movimento 5 Stelle il 33%; il centrosinistra il 30%. Con questi numeri è stato impossibile trovare un accordo.

Il vento del proporzionale è molto forte e con l’introduzione delle preferenze forse ci sarà un minimo di selezione della classe politica.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Il Presidente della Repubblica Mattarella a Bergamo
La svolta
L’appello al Mattarella bis: è Draghi a porgerlo dopo le richieste chiare dei parlamentari
Stefano Benigni
Su facebook
“Voterò Nordio”: Stefano Benigni verso Fratelli d’Italia?
Elezione presidente parlamentari bergamaschi
Taccuini quirinale
Sorte: “Forza Italia si smarca dalla Lega, con Udc e Toti può dare la svolta”
Montecitorio
L'elezione del presidente
Mattarella bis: sconfitta della politica? No, sconfitta dei leader politici
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI