• Abbonati
Taccuini quirinale

Sorte: “Forza Italia si smarca dalla Lega, con Udc e Toti può dare la svolta”

Sabato mattina. Siamo alla settima chiamata che finisce nel nulla di fatto. Mentre si susseguono incontri trasversali o meno in cerca di una intesa che non bruci ulteriori nomi

Sabato mattina. Siamo alla settima chiamata che finisce nel nulla di fatto. Mentre si susseguono incontri trasversali o meno in cerca di una intesa che non bruci ulteriori nomi. Alessandro Sorte, deputato bergamasco di Forza Italia, fa il punto. A caldo.

L’annuncio di Forza Italia dell’apertura di trattative autonome al tavolo della maggioranza, per la Presidenza della Repubblica, si rafforza con il coordinamento tra Forza Italia, Udc, Coraggio Italia e Ncd.

Nasce (sulla carta un gruppo di 180 tra Deputati e Senatori che possono sbloccare la situazione).

Pare che si stia ricostituendo l’aerea di centro nel centrodestra.

Qualcuno in Parlamento azzarda a sostenere che assomiglia molto all’operazione Civici Moderati che, con qualche amico, ho fatto a Bergamo.

Io ribatto: Salvini potrebbe votare il piddino Pasquale Gandolfi alla Presidenza della Repubblica considerando che a Bergamo, ha avuto una anomala trasversalità.

Un altro ribatte: ma non ha 50 anni! Caspita come li porta male, avrei giurato di sì.

Insomma Liberi e Forti parafrasando Don Sturzo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
leggi anche
Elena Carnevali elezione presidente
Taccuino quirinale
Carnevali: “Casellati è l’agnello sacrificale di Salvini”
Simona Pergreffi elezione presidente
Taccuino quirinale
Pergreffi: “Dopo cinque giorni resiste solo Mentana”
sorte
Taccuini quirinale
Sorte: “La mancata intesa sul presidente è una spinta al ritorno del proporzionale”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI