La tragedia

Cade per una novantina di metri: ciclista di 50 anni muore ad Aviatico

Michele Zanelli lascia nel dolore la moglie e due figli, di cui uno minorenne

Aviatico. Tragedia della montagna nel primo pomeriggio di sabato (29 gennaio) ad Aviatico, in Val Seriana.

Michele Zanelli, un 50enne di Lumezzane (Brescia), ha perso la vita in seguito a una caduta di circa novanta metri avvenuta alle 13.30 mentre in  mountain bike percorreva un sentiero in una località impervia denominata Ama. L’uomo stava percorrendo un tratto piuttosto stretto e ha perso l’equilibrio finendo nel vuoto.

A lanciare l’allarme sono stati i due suoi compagni di avventura, che viaggiavano uno davanti e uno dietro di lui. Inutile l’intervento del Soccorso Alpino e del personale medico a bordo dell’elisoccorso: l’uomo era già deceduto.

La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio dei carabinieri di Clusone, che stanno arrivando sul posto, non facile da raggiungere, per i rilievi di legge.

Al lavoro anche i Vigili del fuoco del distaccamento di Zogno e i SAF della centrale di Bergamo che con l’ausilio del personale del 118 intorno alle 17.40 hanno recuperato il corpo senza vita del ciclista.

Michele Zanelli, grande appassionato di escursioni in bicicletta, era un artigiano: lascia nel dolore la moglie e due figli, di cui uno minorenne. La sua salma è già stata restituita a familiari per le esequie.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI