Quantcast
A Treviglio 29 nuove telecamere attendono l'ok del Ministero - BergamoNews
Sicurezza

A Treviglio 29 nuove telecamere attendono l’ok del Ministero

Presentato il report della Polizia Locale 2021: 11.312 sanzioni per un totale di 1.215.000 euro, la maggior parte per divieto di sosta ed eccesso di velocità, 6438 i punti decurtati

Treviglio. Ventinove nuove telecamere di videosorveglianza, ad alta definizione e connesse con fibra ottica che vanno ad aggiungersi alle 212 già esistenti, 16 delle quali con tecnologia in grado di identificazione veicoli. È la richiesta avanzata dall’Amministrazione comunale di Treviglio al Ministero dell’Interno: un progetto che mira a rendere il centro storico della città ancora più sicuro per “garantire le migliori condizioni di vivibilità, far sì che la città sia vissuta ed amata, ma massimamente controllata contro le persone che con le proprie azioni determinino schiamazzi, atti vandalici, abbondono rifiuti, reati predatori, reati legati allo spaccio e all’uso di sostanze non consentite”.

Il report della Polizia Locale 2021 è stato l’occasione per parlare di sicurezza, del lavoro portato a termine dai 23 agenti trevigliesi in servizio nell’anno che si è appena concluso e delle intenzioni future dell’Amministrazione comunale.

La pandemia ha certamente modificato l’attività quotidiana del Comando, come sottolinea il comandante Giovanni Vinciguerra: “Le forze di Polizia Locale hanno avuto, tra gli altri, il gravoso compito di contenere le forme di libertà sempre più circoscritte dai vari DPCM che si sono susseguiti durante questo periodo. Ciò ha comportato anche il dover affrontare le numerose lacune normative che hanno esasperato il lavoro quotidiano. Il Comando è sempre stato operativo, senza mai un giorno di chiusura. Operatività e prudenza, per quanto possibile, sono state le parole d’ordine che hanno contrassegnato questo difficile periodo”.

Nel corso dei 193 servizi dedicati, sono 14.300 le persone verificate, 1.650 i green pass controllati, 820 le attività professionali e 118 le sanzioni elevate.

Durante l’attività ordinaria sono state elevate 11.312 sanzioni per violazioni alle norme del Codice della Strada per un importo complessivo pari a 1.215.000 euro. La fanno da padrone i divieti di sosta 5.964, di cui 122 i parcheggi non autorizzati su aree destinate ai disabili; seguono 2.954 multe per eccesso di velocità, 400 per mancata comunicazione dei dati, 380 per assenza di copertura assicurativa, 230 per guida con telefonino, 181 per mancate revisioni, 138 per mancanza di documenti, 91 per mancato uso di cinture di sicurezza, 57 multe per infrazioni nell’utilizzo di monopattini, 47 veicoli rimossi, 44 perdite del controllo del veicolo.

L’Ufficio verbali ha trasmesso, per la successiva decurtazione, sul fronte delle 11.101 sanzioni per violazioni alle norme del Codice della Strada, un totale di 6438 punti.

Gli incidenti rilevati sono stati in tutto 136, fortunatamente nessuno mortale: 85 con feriti e 51 senza feriti.

Durante l’attività ordinaria sono state elevate 275 sanzioni per violazioni alle norme di Regolamenti e altre Leggi per un importo complessivo accertato di 73.840 euro di cui 106 per reati ambientali. Le ispezioni commerciali sono state 133 con 62 sanzioni elevate, 44 i sopralluoghi edilizi con 10 sanzioni, 106 i controlli della gestione delle aree del mercato.

L’attività di polizia giudiziaria ha determinato l’accertamento con relativa comunicazione alla Procura della Repubblica di 15 reati legati al codice della strada e 22 per altri reati, con 39 persone denunciate.

L’attività di prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti, soprattutto nelle scuole, è stata supportata anche dall’unità cinofila con il labrador Aiden che all’inizio dell’anno, dopo 8 anni di onorato servizio, se ne è andato in pensione. Dal 2016 ad oggi, Aiden ha svolto numerosi servizi in coordinamento e supporto al Commissariato di Treviglio e alla Compagnia Carabinieri di Treviglio, operando alcuni importanti sequestri di sostanze stupefacenti e denaro. Il suo sostituto è attualmente in fase di addestramento.

Nel 2021 l’unità cinofila ha effettuato 105 servizi, 1.380 le persone verificate, 230 i veicoli controllati, 36 le operazioni di supporto alle forze dell’ordine, 10 le sanzioni per uso e spaccio di stupefacenti.

“Sono molto soddisfatto del lavoro dei nostri agenti – ha dichiarato il sindaco Juri Imeri -. Abbiamo garantito l’ordinario e lo straordinario, in una forte relazione con la cittadinanza, le forze dell’ordine e le associazioni. Siamo riusciti a completare le assunzioni previste, abbiamo investito nella tecnologia e stiamo sviluppando progetti orientati a migliorare le capacità di intervento a servizio della comunità. Continuiamo sulla strada intrapresa, con la consapevolezza di un comando particolarmente dinamico e attento alle sensibilità della città”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI