Quantcast
Tempo di mandarini e del tardivo di Ciaculli: dietetici dopo le feste in insalata col salmone - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Ortofrutta

Ortofrutta

Tempo di mandarini e del tardivo di Ciaculli: dietetici dopo le feste in insalata col salmone

Stiamo parlando di un agrume che può rappresentare un’alternativa alle clementine ma anche un’integrazione nella borsa della propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia

Bergamo. Sono i mandarini il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Sulla piazza spicca l’arrivo del tardivo di Ciaculli, mentre finora l’offerta era quasi esclusivamente relativa alla varietà Avana, più precoce di questa tipicità siciliana.

Il consumo risulta piuttosto circoscritto a chi conosce la specie, che presenta caratteristiche organolettiche peculiari: stiamo parlando di un agrume che può rappresentare un’alternativa alle clementine ma anche un’integrazione nella borsa della propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia. Inoltre, ci sono talentuosi chef che ne esaltano il sapore adoperandolo per preparare originali ricette: in modo particolare, si sposa perfettamente con il pesce.

Il rapporto qualità-prezzo è ben ponderato ai volumi su cui si può contare e sugli elevati standards qualitativi: siamo nel momento giusto, quindi, per poterlo acquistare.

Questo tipo di mandarino deve il suo nome alla borgata in cui è stato scoperto e alla tempistica di maturazione, posteriore rispetto alle varietà più comuni. Contiene vitamina C che possiede proprietà antiossidanti e contribuisce al potenziamento del sistema immunitario; è capace di bloccare la formazione di sostanze potenzialmente cancerogene quali le nitrosamine.
Non manca di vitamine B1 e B2, che stimolano l’appetito, la digestione e migliorano il sistema respiratorio e si addicono alla cura del sistema nervoso.

In cucina solitamente i mandarini vengono consumati freschi, a spicchi, in macedonia, spremuti per ottenere succhi di frutta o frullati, ma sono apprezzati anche canditi o in marmellata.
Possono essere adoperati anche per originali primi piatti (risotti e pastasciutta) e per accompagnare secondi di carne o pesce, insalate o contorni di verdura. Infine, rappresentano un’ottima guarnizione di torte, crostate o pasticcini.

Per capire la qualità di un mandarino basta “testare” il suo peso, che deve essere consistente rispetto al volume, mentre la buccia tesa e molto “attaccata” alla polpa.

Dalla spremitura a freddo della buccia dei mandarini si ricava un olio essenziale che viene usato in ambito cosmetico per prodotti per la cura della pelle. Infatti, ha un effetto depurativo e drenante che lo rende indicato per massaggiare le zone del corpo più soggette alla cellulite, facilitando il riassorbimento dei liquidi e contrastando gli inestetismi. Svolge anche funzioni antinfiammatorie e antisettiche: ad esempio, un bagno caldo con gocce di olio essenziale di mandarino ha proprietà rilassanti per i muscoli.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, proseguendo fra gli agrumi, per le clementine si conferma quanto registrato la scorsa settimana: stiamo entrando in un periodo in cui la selezione operata dai singoli brands fa la differenza dal punto di vista qualitativo. La forbice dei prezzi è decisamente ampia ed è giustificata dalle differenze di valore del prodotto proposto.

È buono il livello qualitativo delle arance e, in modo particolare, vengono molto richieste quelle da spremuta.

Non si riscontrano significative variazioni, invece, per quanto riguarda le altre referenze del reparto della frutta: qualità, quotazioni e compravendite risultano stabili rispetto a quanto si è osservato nei giorni scorsi.

Passando al comparto orticolo, rimane mediamente sostenuto il valore di mercato dei finocchi che, in questo periodo dell’anno, hanno soprattutto provenienza pugliese e campana.

Vale la pena di soffermarsi, inoltre, sulle melanzane, che sono controstagione ma reperibili a un buon rapporto fra qualità e prezzo: l’offerta nazionale al momento è in mano alla Sicilia ma c’è anche merce spagnola.

È buona l’offerta dei pomodori ciliegino e datterino, anche se i mesi invernali non sono favorevoli alla loro maturazione e i costi si posizionano entro valori fisiologicamente sostenuti.

Si evidenzia un buon rapporto qualità-prezzo per le varie tipologie di zucca e di radicchio, dal tondo all’oblungo, passando per il rinomato tardivo: sono un’occasione da cogliere per gli estimatori.

Per concludere, aumentano di qualche centesimo i prezzi delle zucchine: il raccolto di riferimento è quello di Fondi, accanto al quale si trovano quello siciliano, spagnolo e marocchino, acquistabili a quotazioni inferiori a fronte di una qualità differente.

LA RICETTA DELLA SETTIMANA

insalata salmone mandarini

 

Insalata di salmone e mandarini
(a cura di Buttalapasta)

Ingredienti

600 GR DI SALMONE AFFUMICATO A FETTE

2 MAZZI DI CRESCIONE D’ACQUA + 3 CESPI DI CRESCIONE TAGLIUZZATI

10 MANDARINI, DI CUI 3 SPREMUTI

1 PIZZICO DI SALE

1 PIZZICO DI PEPE

FETTE DI LIMONE PER DECORARE

1 CUCCHIAIO DI OLIO D’OLIVA

1 CETRIOLO

Preparazione

1) Disponete le fette di salmone su un largo piatto da portata. Mettete i 2 tipi di crescione in una ciotola con i mandarini a fette sottili e i cetrioli a rondelle.

2) Condite con sale e pepe, il succo dei mandarini restanti e l’olio. Mischiate l’insalata e ponetela sul salmone.

3) Servite decorando con gli spicchi di limone il vostro piatto dietetico.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI