Quantcast
Addio al Generale dei vigili del fuoco Gianpiero Chiodi, capostipite di una famiglia di pompieri - BergamoNews
Gazzaniga

Addio al Generale dei vigili del fuoco Gianpiero Chiodi, capostipite di una famiglia di pompieri

Si è spento martedì a 87 anni: lascia nel dolore la moglie Callista e i figli Raffaello, Michele, Manuelo e Cinzia, che hanno seguito le sue tracce

Gazzaniga. Si è spento all’età di 87 anni il Generale dei vigili del fuoco Gianpiero Chiodi, capostipite di una famiglia alla quale ha trasmesso l’amore per questa professione: tutti i suoi quattro figli e un nipote hanno seguito le sue tracce.

Il Generale Chiodi ha festeggiato il suo compleanno lo scorso 6 gennaio insieme alla moglie Callista e ai figli Raffaello, Michele, Manuelo e Cinzia: stava bene, ha spento le candeline sulla torta ed era sorridente e spiritoso come suo solito.

Lunedì 10 ha accusato un malore ed è stato ricoverato in ospedale, nella mattinata di martedì è deceduto.

Gianpiero Chiodi era una vera istituzione in Val Seriana, con i suoi 36 anni di servizio.

Lo conferma una nota del comando provinciale di Bergamo che lo definisce “icona e testimonianza vivente della passione per il corpo dei vigili del fuoco. È stato per tanti anni la figura di riferimento del distaccamento volontari di Gazzaniga, onnipresente negli interventi di soccorso tecnico urgente. Ancora oggi era una presenza quotidiana anche presso il nostro comando e dopo quasi 24 anni dalla pensione non aveva perso lo spirito che contraddistingue i vigili del fuoco. La sua presenza alle cerimonie non passava inosservata per via della divisa fuori ordinanza che era solito indossare con tanto orgoglio, malgrado il suo status di pensionato”.

La salma è composta alla casa del commiato  di Gazzaniga, in via Salici 6. I funerali si svolgeranno giovedì 13 gennaio alle 14.30 nella Parrocchia di Gazzaniga.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Pompieri
La curiosità
Gazzaniga, nella famiglia Chiodi tutti sono vigili del fuoco: “È nel nostro dna”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI