Quantcast
Tesmec cresce sul mercato ferroviario internazionale: ordini per 15 milioni di euro - BergamoNews
Grassobbio

Tesmec cresce sul mercato ferroviario internazionale: ordini per 15 milioni di euro

Aggiudicato contratto in Repubblica Ceca dalla società ELZEL Elektrizace železnic Praha con un valore pari a circa 13 milioni di euro. Acquisito contratto in Israele dalla società Linom Ltd. con un valore complessivo pari a circa 2 milioni di euro. I due contratti rivestono un’importanza strategica per il Gruppo perché confermano lo sviluppo internazionale nel settore ferroviario, in particolare in quello dello stendimento della catenaria, in Paesi che danno priorità a qualità e tecnologie innovative

Grassobbio. Tesmec Spa (MTA, STAR: TES) (“Tesmec” o la “Società”), società a capo di un gruppo leader nel mercato delle tecnologie dedicate alle infrastrutture (reti aeree, interrate e ferroviarie) per il trasporto di energia elettrica, di dati e di materiali (petrolio e derivati, gas e acqua), nonché di tecnologie per la coltivazione di cave e miniere di superficie, annuncia l’aggiudicazione, tramite la controllata Tesmec Rail, di due importanti commesse internazionali nel settore ferroviario, in Repubblica Ceca e in Israele.

In particolare, il contratto nella Repubblica Ceca ha un valore complessivo pari a circa 13 milioni di euro ed è stato aggiudicato da ELZEL Elektrizace železnic Praha, società leader nella progettazione, produzione, assemblaggio e costruzione di catenarie elettriche in Repubblica Ceca e in Slovacchia. Lo scopo del contratto riguarda la fornitura di 4 veicoli multifunzione per la manutenzione e la diagnostica della catenaria ferroviaria dotati di sistema di bordo ETCS per utilizzo intermodale in Europa e di 2 unità per lo stendimento automatizzato della linea elettrica ferroviaria che, grazie all’elevato livello tecnologico garantito, saranno in grado di costruire una linea aerea innovativa per la circolazione dei treni ad una velocità pari a oltre 200 km/h. Si tratta di veicoli di ultima generazione, dotati di sistemi di bordo digitali e interconnessi alla rete così da permettere una raccolta e una gestione intelligente dei dati. La linea verrà installata con una metodologia innovativa, in grado di soddisfare le condizioni di esercizio anche per quanto riguarda le nuove linee ad alta velocità, non solo in Repubblica Ceca, ma anche in tutto il resto d’Europa. La consegna dei veicoli e delle unità è prevista nel quarto trimestre 2022.

L’altro contratto riguarda un ordine in Israele per un valore complessivo pari a circa 2 milioni di euro ed è con Linom Ltd., società leader nel campo dell’ingegneria civile, aggiudicataria di un contratto quadro con le Ferrovie Israeliane della durata di 5 anni per la realizzazione di nuove linee e la manutenzione e l’elettrificazione delle esistenti. L’ordine riguarda la fornitura di 1 veicolo multifunzione per la manutenzione delle linee ferroviarie, con possibilità di upgrade come treno e come sistema di diagnostica, e rappresenta l’ingresso del Gruppo Tesmec nel settore ferroviario in Israele, un mercato dalle interessanti opportunità di crescita alla luce del fatto che le Ferrovie Israeliane stanno puntando ad utilizzare le soluzioni più evolute presenti sul mercato con l’obiettivo di garantire i più alti standard di sicurezza e di tecnologia. La consegna del veicolo è prevista nel primo trimestre 2022.

I due nuovi contratti rivestono un’importanza strategica per il Gruppo Tesmec, perché ne confermano la crescita attesa nel ferroviario, consolidandone il posizionamento anche a livello internazionale nel settore dello stendimento della catenaria, grazie alla progettazione e produzione di equipaggiamenti e veicoli speciali altamente tecnologici e caratterizzati da innovazione, sicurezza, efficienza e qualità, ma anche da sostenibilità e risparmio energetico.

Il Direttore Generale Paolo Mosconi ha commentato: “Siamo molto soddisfatti per le due nuove commesse che rappresentano una conferma della nostra strategia di crescita globale nel settore ferroviario, oltre che delle nostre capacità tecnologiche. In particolare, il progetto della stazione appaltante ceca risulta particolarmente innovativo, poiché basato sul cambiamento del principio tecnologico e per tale motivo in grado di garantire il rispetto dei più elevati parametri tecnici, ecologici e operativi, mentre Israele può costituire un vero e proprio hub per il nostro sviluppo futuro nell’intera area mediorientale”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI