Quantcast
Covid, volo da Orio al Serio ad Amritsar in India: 125 passeggeri positivi, è giallo per 13 che sono spariti - BergamoNews
Dal 5 gennaio

Covid, volo da Orio al Serio ad Amritsar in India: 125 passeggeri positivi, è giallo per 13 che sono spariti

Dallo scalo bergamasco erano partiti con un volo della compagnia portoghese EuroAtlantic Airways: tutti i passeggeri erano in possesso di green pass come verificato ai controlli aeroportuali

Bergamo. Nello  stato indiano del Punjab è scattata la caccia ai 13 passeggeri scomparsi atterrati mercoledì 5 gennaio all’aeroporto di Amritsar, volo YU661 decollato alle 2 di notte dall’aeroporto “Il Caravaggio” di Orio al Serio con un charter della compagnia portoghese EuroAtlantic Airways. 

Dei 179 passeggeri partiti dall’Italia, dove lavorano, 125 sono risultati positivi al Covid-19 come scrive l‘India Today . Uno di loro sarebbe affetto dalla variante Omicron, mentre 13 hanno fatto perdere le loro tracce dopo l’arrivo sottraendosi alla quarantena.

La scoperta della positività al virus ha scatenato il caos e vivaci proteste dentro e fuori l’aeroporto, dove i viaggiatori erano attesi da decine di parenti e amici e da un corteo di ambulanze pronte a trasportarli negli ospedali dei distretti da cui provengono, per il periodo di isolamento imposto dalle autorità sanitarie.

volo india covid

I viaggiatori affermano di essersi tutti sottoposti in Italia, prima della partenza, a test in laboratori seri. Conferma che arriva anche dai controlli avvenuti allo scalo di Bergamo.
Non si deve dimenticare che la validità del green pass ottenuto col tampone rapido è di 48 ore dal momento dell’esecuzione, mentre quella del molecolare è stata estesa col dl 122/21 a 72 ore, quindi dal momento del tampone alla partenza alcuni dei passeggeri potrebbero essersi infettati. Ma questa rimane una delle ipotesi da verificare.

“Nessuno era positivo – hanno dichiarato ai media alcuni di loro -. I risultati dei nostri esami sono disponibili sul sito del ministero che ha autorizzato il viaggio e chiunque può controllarli. È impossibile che ci siamo tutti infettati nelle dieci ore del volo”.

“L’Italia è stata identificata come Paese “a rischio” dal Ministero della Salute dell’Unione, il che significa che tutti i passeggeri internazionali che volano in India dall’Italia vengono testati per Covid-19 all’arrivo” scrive l’India Today. .

Dei 179 passeggeri, 19 erano bambini di età inferiore ai cinque anni. I positivi, che continuano a chiedere una revisione dei test effettuati dal laboratorio indiano, sono stati smistati per la quarantena negli ospedali dei rispettivi distretti: le autorità fanno sapere che nove di loro sono fuggiti dal terminal con la complicità dei familiari, e che altri quattro sarebbero scappati dall’ospedale Guru Nanak di Amritsar.

La polizia ha confermato di aver avviato la procedura per cancellare i loro passaporti.

“Se non tornano entro la mattina, pubblicheremo le loro foto sul giornale e depositeremo le denunce contro di loro”, ha detto alla tv Ndtv (leggi qui) il vice commissario di Amritsar Gurpreet Singh Khehra.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI