• Abbonati
Bergamo

Federconsumatori: il dopo Dolci si chiama Christian Perria

Il nuovo presidente dell'associazione ha 36 anni, è di Calvenzano ed è al lavoro nella struttura dal 2012 (e prima impegnato nell’attività fiscale del Caaf Cgil per 7 anni)

Bergamo. Dopo la lunga e appassionata gestione dell’associazione da parte di Umberto Dolci, con l’inizio del 2022 Federconsumatori di Bergamo vede l’arrivo di un nuovo presidente provinciale: è Christian Perria, 36 anni, di Calvenzano, al lavoro nella struttura dal 2012 (e prima impegnato nell’attività fiscale del Caaf gil per 7 anni).

Eletto dal direttivo a fine anno, dal 1° gennaio è ufficialmente alla guida dell’associazione nata per difendere i legittimi interessi dei consumatori e degli utenti nei confronti della pubblica amministrazione, degli erogatori di pubblici esercizi e dei soggetti che offrono in vendita beni e servizi. Federconsumatori, che a Bergamo conta un migliaio di iscritti, si occupa di promuovere l’educazione ai consumi, interviene sulla pubblicità ingannevole, nelle scelte dei pubblici poteri che interessano l’utenza, rivendica servizi efficienti, gestiti con trasparenza e a costi contenuti, combatte tutte le forme di illegalità, di truffa e di raggiro. Fornisce consulenza specifica di esperti, consigli qualificati e assistenza legale. Assiste nei contenziosi con i diversi gestori telefonici, con Enel, aziende del gas, dell’acqua e del trasporto pubblico, banche e assicurazioni, ditte che vendono fuori dai locali commerciali, multiproprietà, artigiani e commercianti.

“Raccolgo un testimone di cui sento tutta la responsabilità, dopo la lunga e attenta esperienza della gestione di Umberto Dolci – ha commentato il neo eletto Perria -. Intendo proseguire sulla strada da lui tracciata, cercando di impiegare la sua stessa cura e l’attenzione che ha sempre dedicato ai consumatori. Cercheremo di tenere alto il livello della tutela offerta in tutti questi anni e di conservare tutto il rispetto che Federconsumatori si è guadagnata sul nostro territorio”.

Rispetto alle sfide sorte in questi mesi così difficili, Perria sottolinea poi: “Nell’ultimo periodo stiamo assistendo all’aumento sconsiderato dei prezzi di energia e gas: nell’auspicare un intervento sostanziale da parte del Governo che ammortizzi questi rincari, dobbiamo essere vigili, per evitare che i cittadini vengano imbrogliati da società che promettono falsi risparmi. Durante la crisi provocata dalla pandemia abbiamo anche visto cambiare i rapporti tra utenza e società di servizi, che avvengono a distanza, online, soprattutto per quanto riguarda gli acquisti, fenomeno che ha aperto per noi un nuovo capitolo di tutela più che mai necessario. Con il susseguirsi di misure e restrizioni diverse, le compagnie aeree, poi, hanno introdotto costi aggiuntivi o eliminato rimborsi e voucher in caso di mancate partenze, utilizzando il Covid come scusa. Il consumatore/ viaggiatore rischia, così, di perdere soldi sempre e comunque, se non subentrano una tutela e una normativa adeguate. Infine, proseguiremo il lavoro avviato per la nostra class action nazionale nei confronti di Poste Italiane, a difesa dei possessori di buoni postali serie Q”.

“In questo importante cambio alla guida dell’associazione convenzionata con la Cgil, facciamo i migliori auguri a Christian Perria che, con 10 anni di esperienza alle spalle, ben conosce le dinamiche di Federconsumatori e le tutele che occorre garantire ai cittadini – ha aggiunto Gianni Peracchi, segretario generale della Cgil di Bergamo -. Naturalmente manifestiamo gratitudine profonda a Umberto Dolci, il presidente uscente, per il grande lavoro svolto in tutti questi anni: è grazie a lui se l’associazione è oggi tanto rispettata e tenuta in considerazione sul nostro territorio”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI