Quantcast
Da Vittorio Shanghai è il terzo miglior ristorante italiano nel mondo - BergamoNews
Guida internazionale

Da Vittorio Shanghai è il terzo miglior ristorante italiano nel mondo

Nella classifica delle migliori insegne di cucina italiana, al di fuori dei confini nazionali, spicca il ristorante aperto in Cina dalla famiglia Cerea

Da Vittorio Shanghai è il terzo miglior ristorante italiano nel mondo. A decretarlo è la classifica de “I Migliori Ristoranti Italiani nel Mondo 2022-Prosecco DOC Award” firmata da 50 Top Italy.

Al di fuori dei confini nazionali la migliore insegna di cucina italiana è Don Alfonso 1890 a Toronto, sede canadese dello storico locale della Penisola Sorrentina di proprietà della famiglia Iaccarino. Segue il Fiola di Washington DC, ristorante di punta dello chef Fabio Trabocchi e Da Vittorio Shanghai, legato ai fratelli Cerea di Brusaporto. Tra i primi cinque anche Otto e Mezzo-Bombana, di Hong Kong, dello chef bergamasco che porta il suo nome e Sesamo, di Marrakesh.

La guida online ricorda che Da Vittorio si affaccia su un viale, lungo la riva sinistra del fiume Huangpu, che fronteggia il quartiere degli affari di Pudong, a Shanghai. Al terzo piano il resident chef Stefano Bacchelli guida un’imponente brigata di 35 cuochi, per 60 coperti e 5 salette private, tutte arredate in uno stile moderno, molto confortevole, in cui ritrovare l’arte dell’accoglienza che ha reso la famiglia Cerea uno dei simboli del ben vivere dell’Italia nel mondo.

Oltre ai classici intramontabili, come i mitici paccheri alla Vittorio, la cucina è una contaminazione tra l’Italia e le influenze orientali, con uno dei migliori servizi di sala in circolazione, sempre perfetto e professionale ma allo stesso tempo amichevole e divertente, è un punto di riferimento di tutta Shanghai. La carta dei vini offre ottime etichette e rinomate cantine tra cui scegliere, un plus per questa città.

Delle 50 insegne presenti in classifica ben 7 sono situate negli Stati Uniti e altrettante in Francia; 5 sono i locali nel Regno Unito e in Giappone; 3 in Cina; 2 in Canada, così come in Australia, Germania, Svizzera e Singapore; con un ristorante ciascuno Sud Africa, Svezia, Spagna, Lussemburgo, Paesi Bassi, Russia, Austria, Brasile, Repubblica Ceca, Portogallo, Belgio, Danimarca e Marocco. Sono 23 in totale i Paesi rappresentati, dove è quindi presente almeno un grande ristorante di cucina italiana.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI