Quantcast
Dalmine, donato alla Protezione Civile un mezzo attrezzato per il trasporto delle persone in difficoltà - BergamoNews
“progetti del cuore”

Dalmine, donato alla Protezione Civile un mezzo attrezzato per il trasporto delle persone in difficoltà

La cerimonia di consegna alla presenza dei cittadini col taglio del nastro. Anche la showgirl Annalisa Minetti tra i sostenitori

Dalmine. Per il Coordinamento di Volontariato di Protezione Civile Bergamo ODV, disponibile un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto delle persone in difficoltà.

Si è tenuta giovedì 23 dicembre la cerimonia, con tanto di taglio del nastro, d’inaugurazione del nuovo mezzo di trasporto per il Coordinamento Volontario Protezione Civile Bergamo ODV. In questa occasione “I Progetti del Cuore”, avviati da qualche tempo sul nostro comune, hanno reso disponibile un mezzo di trasporto completamente attrezzato sia per le attività di Protezione Civile, che per lo spostamento delle persone anziane e diversamente abili del territorio.

L’iniziativa ha visto la messa a disposizione del mezzo al fine di permettere all’associazione di erogare i servizi di assistenza alla popolazione in maniera completamente gratuita. Questo grazie all’acquisto e alla fornitura del veicolo allestito con le attrezzature necessarie, come ad esempio la pedana elettroidraulica per il trasporto di persone disabili.
A ricevere il mezzo è il Coordinamento di Volontariato di Protezione Civile Bergamo ODV, che ha a disposizione un Fiat Doblò attrezzato per il trasporto dei cittadini diversamente abili e in stato di necessità. Da sempre l’associazione organizza le tante attività che, soprattutto in questo difficile momento, sono in gestione alla Protezione Civile: dall’assistenza alla popolazione, ai presidi e sopralluoghi, fino ai numerosissimi servizi che, da inizio anno e ancora oggi, vengono effettuati per l’attuale emergenza sanitaria, come la consegna di dispositivi di protezione individuali, di pasti, il presidio davanti alle strutture sanitarie e l’assistenza alla popolazione nei luoghi di pubblici.

Il progetto è stato presentato giovedì 23 dicembre, presso la sede in Piazza Libertà a Dalmine e all’inaugurazione, per festeggiare l’arrivo del mezzo, era presente il Presidente del Coordinamento Volontariato Protezione Civile di Bergamo Matteo Nespoli e Claudia Campana, Presidente del comitato di Coordinamento Volontariato di Protezione Civile Provinciale di Bergamo, oltre che tutti i volontari e gli imprenditori che hanno reso possibile, grazie la loro contributo, questo meraviglioso progetto.

“Per noi è veramente importante disporre di un mezzo del genere. Il nostro budget – spiega Nespoli – non è sufficiente per acquistarlo e mantenerlo e ringraziamo “I progetti del cuore” per questa iniziativa che ci consente di essere più efficienti sul territorio, in quanto a servizi e tutto quello che occorre per sostenere chi ha più bisogno. Noi ci occupiamo della formazione dei volontari e in tutto il territorio collaboriamo con 130 organizzazioni. Questo vuol dire che i nostri formatori devono recarsi in varie sedi. E disporre di un mezzo per il trasporto delle persone, delle attrezzature, per consentire anche solamente la mobilità dei nostri formatori, è straordinario, davvero un grande aiuto. In più il mezzo potrà essere anche a disposizione delle varie organizzazioni per il trasporto di mascherine e presidi medici e per tutte le attività di Protezione Civile”.

progetti del cuore dalmine

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che aveva presentato l’iniziativa all’inizio nell’ambito de “I Progetti del Cuore”: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore. La vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”.

Ed è stato proprio grazie alla partecipazione delle attività locali che si è potuta garantire l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende che hanno aderito, oltre a trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, hanno potuto sostenere e aiutare i membri più fragili della comunità.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI