• Abbonati
Il trend

Ricoveri per Covid, Pezzoli: “Lieve, ma graduale aumento all’ospedale di Bergamo”

Il direttore sanitario dell'ASST Papa Giovanni XXIII: "Oggi abbiamo raggiunto il secondo dei quattro livelli di rischio definiti da Regione Lombardia"

Bergamo. “Rispetto alla scorsa settimana registriamo un lieve ma graduale aumento dei ricoveri a causa del Covid”. Così il direttore sanitario dell’ASST Papa Giovanni XXIII, Fabio Pezzoli illustra l’andamento delle ospedalizzazioni dovute a infezioni da SARS-CoV-2.

“Al momento – spiega – i pazienti ricoverati in regime ordinario, cioè con condizioni non gravi, complessivamente sono 64: fra loro, 40 si trovano nel reparto degli infettivi, mentre 24 in un’area allestita ad-hoc nel terzo piano della torre 2. In terapia intensiva, invece, nella giornata odierna contiamo 18 persone affette da Covid in forma più severa rispetto ai degenti ricoverati a regime ordinario. Fra loro l’80%, cioè la grande maggioranza, non è vaccinato: questo dato conferma ancora una volta l’importanza di vaccinarsi per ridurre il rischio di contrarre la malattia gravemente. Ma ci sono anche altri dati che confermano il ruolo dei vaccini: le persone ospedalizzate sono soprattutto anziani già affetti da altre patologie a fronte di un numero di positivi nettamente superiore come si evince dalla crescita dei contagi di questi giorni”.

“Considerando questi numeri – conclude il direttore sanitario – si rileva un lieve ma graduale aumento dei ricoveri a causa del Covid rispetto alla scorsa settimana e siamo giunti al secondo dei quattro livelli di rischio sanitario definiti da Regione Lombardia. A riprova del fatto che i vaccini facciano la differenza, però, va sottolineato che la situazione è nettamente migliore dell’anno scorso, quando i ricoverati erano pari al doppio rispetto a oggi”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Abbonati!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI