Quantcast
La scelta della 2A Group: "Il regalo di Natale ai clienti? Un buono spesa per le famiglie bisognose" - BergamoNews
Brembate

La scelta della 2A Group: “Il regalo di Natale ai clienti? Un buono spesa per le famiglie bisognose”

Per il secondo anno l'azienda ha scelto di destinare il budget natalizio all'acquisto di 240 buoni Esselunga. Attraverso i Servizi sociali del Comune di Bergamo, verranno consegnati ad altrettanti nuclei familiari in difficoltà

Brembate. Un gesto di solidarietà nei confronti delle famiglie bisognose in carico ai servizi sociali del Comune di Bergamo.

Per il secondo anno consecutivo la 2A Group di Brembate, società di consulenza ingegneristica, ha scelto di destinare ad una buona causa il budget per i regali di Natale ai clienti. I titolari dell’azienda, Cesare Alfonsi, Alessandro Amicabile e Diego Aprea, hanno consegnato all’assessore alle Politiche sociali Marcella Messina 240 buoni spesa Esselunga, per un valore totale di 6mila euro, che saranno assegnati a 60 famiglie.

“L’iniziativa è partita lo scorso anno quando, visti gli effetti della pandemia, abbiamo deciso di donare come regalo di Natale i buoni spesa passando attraverso il Comune, che sicuramente avrebbe saputo a chi destinarli  – racconta Cesare Alfonsi -. Ai nostri clienti abbiamo inviato una lettera spiegando la nostra scelta e in molti ci hanno risposto complimentandosi e condividendo il nostro gesto. Ma la cosa che ci ha maggiormente gratificato è stata ricevere tante telefonate da parte delle persone a cui erano stati consegnati i nostri buoni. Chiamavano in ufficio per ringraziare e abbiamo capito che effettivamente, nel nostro piccolo, avevamo dato un aiuto concreto a chi ne aveva bisogno”.

Così, anche per il Natale 2021, la 2A Group ha deciso di replicare l’iniziativa: “I buoni spesa consentono alle famiglie di acquistare al supermercato ciò di cui hanno bisogno e che piace di più. Lo scorso anno non abbiamo voluto pubblicizzare il nostro gesto. La beneficenza si fa in silenzio. Ma poi abbiamo pensato: perché non far sapere ad altre realtà economiche che esiste questa possibilità? Magari qualche altro imprenditore è invogliato a fare lo stesso e il numero di famiglie che ne andrebbero a beneficiare potrebbe aumentare”.

L’assessore Messina ha accolto con piacere la donazione: “Ringrazio di cuore questa azienda che per il secondo anno ha deciso di fare un gesto di solidarietà. È un esempio importante di welfare di comunità, fondamentale per costruire prossimità. L’integrazione tra pubblico e privato si rinforza ulteriormente con iniziative del genere, si lavora insieme per dare sollievo alle persone che si trovano ad affrontare una situazione di difficoltà”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI