Quantcast
Ripresa economica e Pnrr: Confcommercio Professioni Bergamo e Valeo insieme per la mappatura delle nuove professioni digitali - BergamoNews
Informazione Pubblicitaria

Innovation Club

Innovation

Ripresa economica e Pnrr: Confcommercio Professioni Bergamo e Valeo insieme per la mappatura delle nuove professioni digitali

Si è tenuto l'incontro strategico per i liberi professionisti digitali tra Matteo Mongelli, presidente di Confcommercio Professioni Bergamo, e Davide Corna, CEO di Valeo.it

Bergamo. Si è svolto in questi giorni l’incontro tra Confcommercio Professioni Bergamo, gruppo di rappresentanza dei titolari di partite Iva e autonomi che non appartengono a ordini professionali aderente ad Ascom Confcommercio Bergamo e la digital company Valeo.it per discutere dello sviluppo delle nuove professioni (digitali e non) in vista dell’attuazione del PNRR.

Nata nel 2020 con l’obiettivo di coinvolgere freelance e professionisti autonomi per garantire loro una maggiore tutela e rappresentanza, Confcommercio Professioni Bergamo a luglio di quest’anno ha organizzato con successo l’evento “Join the Club”: una serata informale dedicata ai liberi professionisti sul tema del “fare squadra” per trovare sinergie multidipliscinari, creare relazioni e fare business. Con le opportunità del PNRR all’orizzonte, Confcommercio Professioni Bergamo sta ora concentrando i suoi sforzi per delineare una mappatura del territorio bergamasco a supporto di tutte le professioni non ordinistiche che non hanno un albo o un iter standard abilitativo.

Ma quali sono le nuove professioni non ordinistiche?

“Tutte quelle nuove professioni digitali – sottolinea Matteo Mongelli, presidente di Confcommercio Professioni Bergamo -. Parliamo anche di consulenti alla persona, personal trainer, wedding planner e tante nuove professioni che sono nate relativamente di recente. La loro mappatura è fondamentale alla luce del fatto che negli ultimi 10 anni sul mercato del lavoro sono diventati 430.000 i liberi professionisti non ordinistici, con competenze nuove e particolari. Non avendo però un iter di riconoscimento diventa difficile per il mercato del lavoro ricercare le partite Iva da arruolare nei processi di digitalizzazione richiesti anche dal PNRR”.

È in questo contesto che l’associazione bergamasca si è rivolta alla digital company Valeo.it guidata da Davide Corna, esperto conoscitore del mondo digitale, che da oltre 20 anni si occupa di strategie digitali di marketing e digitalizzazione, con un portfolio di 300 aziende servite ogni anno. L’obiettivo della collaborazione è capire e carpire i bisogni e le necessità dei professionisti del mondo digital: “Credo con tutto il mio consiglio direttivo e la squadra operativa che potremo svolgere un servizio importante per le nostre imprese e i professionisti in vista degli obiettivi di crescita e competitività – conclude Mongelli -. Stiamo creando relazioni trasversali con il mondo del lavoro autonomo professionale per essere pronti per la sfida del cambiamento. Grazie a Davide Corna che con il suo team di professionisti oggi ci ha permesso di avere un’ulteriore conferma di come il mercato del lavoro abbia la necessità di nuove professionalità e di come la loro qualifica e il loro scambio di competenze e referenze saranno il faro del nostro percorso politico e di rappresentanza”.

Davide Corna ha accolto con piacere la sfida di Mongelli e di Confcommercio Professioni: “Ho da sempre una visione trasversale delle competenze, con particolare focus su quelle digitali” spiega Davide Corna. “Ho fondato Valeo.it più di 20 anni fa, sotto il nome di Valeo Studio: eravamo un piccolo team di poche persone, ma con il tempo ho capito l’importanza di offrire al mercato competenze diverse. Oggi Valeo.it è composta da 30 professionisti altamente verticali tra sviluppatori, designer e digital marketer, e nonostante questo siamo sempre aperti verso l’esterno, al confronto, per dare vita a idee digitali innovative. E quando ho bisogno, anche io mi rivolgo all’esterno per trovare competenze che internamente non ho ancora sviluppato”

Proprio a ottobre Corna, fervente frequentatore del tessuto associativo industriale bergamasco, ha partecipato al Digital MARCOM, evento promosso dalla SdM Scuola di Alta Formazione dell’Università degli studi di Bergamo – dove ha riportato un esempio concreto: “Stavamo lavorando alla strategia digitale di un’azienda del settore fashion B2B che voleva lanciare un e-commerce B2C. Mi sono reso conto che avevo bisogno di un occhio esterno e, quando mi sono chiesto dove potessi reperire risorse con un approccio più analitico, scientifico e di ricerca, ho pensato alla SdM Scuola di Alta Formazione e al master in Digital Business Development guidato dalla prof.ssa Daniela Andreini. Da lì è iniziato un percorso molto stimolante con loro che ha dato enormi risultati e un ampliamento trasversale delle competenze coinvolte nel progetto”.

Per maggiori informazioni sulle realtà coinvolte:

https://www.ascombg.it/

https://www.valeo.it/

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI