Quantcast
Covid, il numero dei paesi con zero casi scende da 91 a 74 - I dati Comune per Comune - BergamoNews
I dati dall'8 al 14 dicembre

Covid, il numero dei paesi con zero casi scende da 91 a 74 – I dati Comune per Comune

Gorno, Sedrina, Grumello del Monte e Val Brembilla i paesi con i tassi più elevati. A Oltre il Colle la situazione è in fase di rientro

Aumentano del 36% i nuovi casi di Covid nella nostra provincia nella settimana dall'8 al 14 dicembre, con 319 persone contagiate.

La settimana precedente l'aumento era del 21,4% con 156 contagi, due settimane fa il 15% con 95 contagi, tre settimane fa 186 contagi con il 41,4%, un mese fa 154 nuovi positivi con il 52,2%.

Il tasso di incidenza è pari a 107 nuovi casi per 100.000 abitanti (ovvero 1.07 per 1.000, nella metrica utilizzata a livello di singoli comuni), confermando la tendenziale crescita della curva epidemica rilevata già le scorse settimane (79 nuovi casi per 100.000 abitanti verso i 65 di quella precedente, i 57 di due settimane fa e i 40 di tre settimane or sono e 26 di un mese fa).

Scende il numero dei Comuni con zero casi, che negli ultimi sette giorni è pari a 74 (30,5%) contro i 91 (37,4%) della scorsa settimana, 107 (44,0%) di due settimane fa, i 123 (50,6%) di tre settimane fa e i 130 (53,5%) di un mese fa.

Anche nella settimana osservata, come nelle ultime precedenti, nessun Ambito Territoriale risulta essere Covid free. Tutti gli Ambiti hanno visto un incremento del tasso di incidenza sui 7 giorni, ad esclusione di quelli di Monte Bronzone - Basso Sebino che ha visto un decremento (-23,5%) rispetto alla settimana precedente. I territori con tassi di incidenza più alti, superiori al tasso provinciale, risultano essere gli Ambiti Valle Brembana (221 casi incidenti per 100.000 abitanti), Valle Imagna e Villa d'Almè (157) e Bergamo (129). Gli Ambiti con i tassi più bassi, inferiori al dato provinciale, sono Monte Bronzone - Basso Sebino (40 nuovi casi per 100.000 abitanti), Romano di Lombardia (64), Treviglio e Valle Cavallina (entrambi 77), Valle Seriana (81), a fronte del tasso provinciale, come detto, pari a 107 per 100.000.

In quest’ultima settimana il 50% dei Comun con casi positivi, ossia 86 su 169 con casi incidenti negli ultimi 7 giorni, presentano tassi superiori al dato provinciale. Tra questi, i primi cinque Comuni con i tassi più elevati sono: Gorno con 14 nuovi casi negli ultimi 7 giorni e un tasso pari a 940 ogni 100.000 residenti (9,4 ogni 1000), Sedrina con 15 nuovi casi negli ultimi 7 giorni e un tasso pari a 610 ogni 100.000 residenti (6,1 ogni 1000), Grumello del Monte con 45 nuovi casi negli ultimi 7 giorni e un tasso pari a 590 ogni 100.000 residenti (5,9 ogni 1000), Val Brembilla con 25 nuovi casi negli ultimi 7 giorni e un tasso pari a 590 ogni 100.000 residenti (5,9 ogni 1000). A questi si aggiunge il comune di Oltre il Colle che, pur presentando un tasso di incidenza alto pari a 600 casi incidenti negli ultimi 7 giorni ogni 100.000 (6,0 ogni 1.000), presenta una situazione in fase “rientro” (il tasso della scorsa settimana era pari a 15,9 ogni 1.000 residenti), sempre grazie all’importante lavoro congiunto di sorveglianza e prevenzione che ha visto coinvolti il Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria/DIPS di ATS Bergamo, le rispettive amministrazioni comunali e le scuole interessate ai focolai, nonché grazie alla responsabilità dei cittadini e delle famiglie.

I dati di incidenza a livello provinciale (come detto, pari a 107 per 100.000) pur in crescita, si mantengono al di sotto della media nazionale. L’ultimo Report dell’Istituto Superiore di Sanità, infatti, evidenzia un tasso di incidenza settimanale a livello nazionale pari a 162 per 100.000 abitanti (29/11/2021 – 5/12/2021).

Il quadro epidemico a livello provinciale pur mantenendosi su livelli di criticità inferiori rispetto ad altre province lombarde, grazie anche ai sempre più elevati livelli di copertura vaccinale a livello provinciale (l'89,9% della popolazione dai 12 anni in su (popolazione target) si è sottoposta ad almeno la prima dose di vaccino, una quota pari all' 87.7% ha completato il ciclo vaccinale (prima e seconda dose) evidenzia come la diffusione del virus stia continuando a crescere.

Ats Bergamo ricorda sempre, come già evidenziato dal recente studio del Servizio Epidemiologico, come anche a livello locale, in linea con quanto riscontrato da altri studi nazionali ed internazionali, il rapporto tra positivi e tamponi molecolari diagnostici effettuati sia ampiamente superiore nei non vaccinati rispetto ai vaccinati con ciclo completo, ossia i non vaccinati presentano livelli di positività ben superiori.

Nel report settimanale Ats rimarca l'importanza l'importanza di sottoporsi al vaccino per chi non è ancora vaccinato, superando le resistenze e avvalendosi di fonti scientifiche accreditate per avere informazioni scientificamente corrette sugli stessi; per chi ha completato il ciclo vaccinale con la seconda dose e rientra tra i target che possono accedere alla terza dose di sottoporvisi in modo da mantenere l’adeguato livello di copertura immunitaria.

Possono prenotare la dose booster del vaccino anti Covid-19 tutti i cittadini che hanno compiuto almeno 18 anni che hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 5 mesi (150 giorni), che essa è particolarmente raccomandata ai cittadini con elevata fragilità, cittadini trapiantati e immunocompromessi e che è obbligatoria per gli operatori sanitari e sociosanitari.

 

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI