Quantcast
Corsarola, Torre dei Caduti e nuove rotatorie. Brembilla: “I cantieri per la capitale della cultura” - BergamoNews
Bergamo

Corsarola, Torre dei Caduti e nuove rotatorie. Brembilla: “I cantieri per la capitale della cultura” video

“I cantieri ci saranno anche nel 2023, ma non in centro, per allora come Comune di Bergamo ci concentreremo sui quartieri e sulle periferie” afferma Marco Brembilla, assessore ai Lavori pubblici

Bergamo. C’è un calendario preciso a Palazzo Frizzoni: tutti i cantieri pubblici di Bergamo dovranno chiudersi entro il 2022 perché per l’anno successivo la città possa ospitare senza intoppi i visitatori per la capitale della cultura.

“I cantieri ci saranno anche nel 2023, ma non in centro, per allora come Comune di Bergamo ci concentreremo sui quartieri e sulle periferie” afferma Marco Brembilla, assessore ai Lavori pubblici del Comune di Bergamo.

LA CORSAROLA

“Il primo lotto previsto nelle prime settimane del 2022 interessa il piano di rifacimento dei sottoservizi della Corsarola, nel tratto tra piazza Mascheroni e la chiesa del Carmine – spiega Brembilla – . Rifaremo tutti i sottoservizi, soprattutto gas e acqua, dove abbiamo impianti vecchi, spesso danneggiati, e che registrano guasti frequenti. Si tratta di un cantiere che riguarderà tutta la carreggiata e per evitare rattoppi e disomogeneità di lavorazione si procederà, per garantire sempre l’accesso a negozi e abitazioni, in cinque fasi di lavoro, evitando cantieri aperti nei mesi estivi e nel mese di dicembre, quelli, cioè, in cui è più alto l’afflusso di visitatori in città”.
Il Comune prevede la sistemazione della pavimentazione, con il riutilizzo – ovviamente – del materiale esistente ripulito (che risale in gran parte agli interventi di pavimentazione del secolo scorso) e di eventuale materiale nuovo, ma di uguale tipo, colore e dimensione, per le integrazioni necessarie. Saranno poi sostituiti caditoie e chiusini delle fognature. “Accanto ai nuovi impianti collocheremo una tubatura di servizio per eventuali e futuri cavi in modo che non si debba rompere di nuovo la pavimentazione”.

Generico dicembre 2021

MURI STORICI

Palazzo Frizzoni ha approvato il piano dei Muri storici per interventi da 1,1 milioni di euro che interessano 4 luoghi della città. Nell’estate 2022 saranno assegnati i lavori per la sistemazione del muro di pietra che cinge, lungo Largo Colle Aperto, lo storico Parco della Crotta, un’area già da tempo recintata visti i problemi della parete di pietra che costeggia il passaggio alla Torre di Adalberto (ora interessata da restauro).

Poi toccherà alla scaletta che dalla stazione della Funicolare bassa si snoda fino a via Sant’Alessandro e al viadotto della porta di San Giacomo: si adeguerà il muretto che costeggia gran parte della scaletta alle norme di sicurezza. “Lavori previsti anche al parco della Trucca, per la sostituzione del ponte in pietra all’interno dell’area verde – precisa Brembilla –. Infine, l’intervento forse più significativo – che vale da solo 700mila euro per circa 5 mesi di lavori – è quello che andrà a completare il consolidamento, avviato già tempo fa con la ripavimentazione del viadotto, dell’accesso alla porta Garibaldi, lungo la via Maironi da Ponte. Sarà innanzitutto realizzata una paratia, ancorata a tiranti, lunga circa 125 metri, per sgravare i muri di contenimento esterni al viadotto delle spinte che derivano dalla massicciata stradale.

Generico dicembre 2021

VIADOTTO DI BOCCALEONE

L’intervento di manutenzione e consolidamento del viadotto di Boccaleone, del valore di circa 800 mila euro, proseguirà nel corso del 2022, sia della parte superiore sia di quella sottostante al ponte nel tratto compreso tra le vie Gabriele Rosa, via Rovelli e Borgo Palazzo.

“Il cavalcavia ha una certa età – commenta l’assessore ai lavori pubblici – il traffico, che aumenta annualmente del 3%, e le sollecitazioni dei mezzi di trasporto non aiutano. I giunti di dilatazione saranno sostituiti e saranno inserite barre di ferro nei piloni per rafforzarne la struttura”. I lavori si eseguiranno nei mesi estivi.

viadotto boccaleone chiuso

ROTATORIA DI VIA BASCHENIS

Nei prossimi mesi verrà realizzata una nuova rotatoria all’incrocio tra via Palazzolo e via Baschenis, proprio dove è stato demolito l’ex distributore di benzina. L’intervento servirà per snellire il traffico della zona, favorire il passaggio della linea C l’intersezione tra via Previtali e via San Bernardino, poco distante dalla futura rotatoria. Per realizzare l’opera, il Comune prevede un investimento di mezzo milione di euro.

“Da tempo – spiega l’assessore Brembilla – siamo al lavoro per risolvere i problemi della viabilità e gli incidenti che avvengono nell’area tra via Baschenis, via Previtali e via San Bernardino. La demolizione dell’ex benzinaio, la successiva messa in sicurezza dell’area ci consentono oggi di poterlo fare, costruendo una rotatoria che certamente ci consentirà di determinare un miglioramento nei flussi di traffico. Il che significa che, per tutti coloro che provengono da Largo Tironi, sarà necessario immettersi nella nuova rotatoria per potersi poi dirigere verso il centro città: sono convinto che si tratti di una buona soluzione, anche alla luce del fatto che proprio recentemente il Comune e ATB hanno inaugurato il rinnovato parcheggio di via Baschenis, a due passi dall’area oggetto di questo intervento”.

Generico dicembre 2021

ROTATORIA CON FONTANA IN VIA CARNOVALI

Sarà un biglietto di benvenuto per chi arriva in città: sarà la rotatoria con fontana che sostituirà il semaforo che regola l’incrocio tra le vie Autostrada e Carnovali. A questo incrocio sorgerà una nuova grande rotatoria che avrà un diametro di 47 metri, dove al centro sorgerà una fontana, che a sua volta sarà circondata da un anello verde nella sua parte più esterna. Disporrà di circa 40 getti d’acqua concentrici e di un grande getto centrale che potranno essere accesi e spenti da remoto. Si tratta di un investimento di circa 1,5 milioni di euro.

“A differenza del rondò lungo via don Bosco, abbiamo pensato di realizzare al centro della nuova rotatoria una fontana, semplice, in stile che possiamo definire contemporaneo, circolare, con una struttura esterna in corten e 40 diversi getti d’acqua illuminati a led – prosegue il titolare dei Lavori Pubblici -. Nelle prossime settimane ultimeremo la progettazione esecutiva dell’intervento e poi passeremo alle procedure di appalto. L’intento è quello di concludere il cantiere entro la fine del 2022, in tempo per l’appuntamento con la Capitale della Cultura 2023”.

Generico dicembre 2021

NUOVA PIAZZA PER COLOGNOLA

“Il cantiere di Colognola, che si allestirà nel 2022, va appunto a ripensare gran parte di uno spazio che attualmente è semplicemente contorno di una delle principali direttirci di scorrimento del traffico verso e dalla città: sono certo che rappresenterà un’interessante sistemazione per spazi ormai invecchiati e che allo stato attuale richiedono un intervento. Sono state, inoltre, accolte – dove possibile – le richieste della rete di quartiere, alla quale presenteremo il progetto proprio nei prossimi giorni” precisa Brembilla.

Il progetto per gli spazi pubblici rinnovati del quartiere di Colognola ha un valore di circa 700mila e prevede un sostanziale riordino di percorsi pedonali esistenti tra via San Sisto e la statale 42, con il rifacimento in porfido di tutte le pavimentazioni oggi in asfalto. Verranno rifatti tutti gli attraversamenti pedonali, verrà riqualificata l’illuminazione pubblica, sarà sistemata la piazzetta del borgo storico e sarà rimessa a nuovo l’area intorno al monumento ai caduti; saranno ridisegnate le aiuole, saranno installati nuovi elementi di arredo urbano, saranno piantati nuovi alberi e sarà riasfaltata la strada che va dall’attraversamento pedonale di via Muzio a quello davanti alla chiesa di San Sisto.

Generico dicembre 2021

TORRE DEI CADUTI

La Torre dei Caduti sarà presto interessata da un lavoro di pulizia delle facciate. “Un intervento delicato per un monumento che è caro ai bergamaschi ed è un simbolo per la città – conclude Brembilla – sarà uno degli interventi di riqualificazione per preparare la città ad accogliere i visitatori in occasione del 2023 quando Bergamo, con Brescia, sarà capitale italiana della cultura”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI