Quantcast
Il saluto del comandante dei vigili del fuoco Turturici: "A Bergamo esperienza unica" - BergamoNews
Santa barbara

Il saluto del comandante dei vigili del fuoco Turturici: “A Bergamo esperienza unica”

Dopo 31 mesi nella nostra provincia, il prossimo 6 dicembre lascerà il comando di via Codussi. "Questo periodo caratterizzato dalla pandemia, grande collaborazione per fronteggiare l'emergenza"

Bergamo. Una messa nel santuario di Santa Caterina a Bergamo in onore di Santa Barbara, patrona dei vigili del fuoco.

Un giorno di festa per tutti i pompieri, un’occasione annuale per ringraziare, fare un punto sull’operato, premiare i colleghi che si sono distinti particolarmente nella loro professione.

E il 4 dicembre 2021 è stato anche il momento di un accorato discorso del comandante dei vigili del fuoco di Bergamo Calogero Turturici, che ha salutato la città in vista del suo imminente trasferimento dopo 31 mesi di servizio nella nostra città.

La festa, anche quest’anno, non è stata la stessa di prima del Covid, partecipata da tutta la città, dalle scuole, come ha sottolineato lo stesso comandante: “Non è questa la Santa Barbara in cui speravamo ma a cui, comunque, dobbiamo dare un senso. E il senso è quello di narrare di un Comando che nel 2020 si è dovuto reinventare sia nell’attività di soccorso sia nell’azione amministrativa, il cui successo è dipeso da ogni forma di disponibilità messa in gioco dal personale, e che nel 2021 è ritornato alla normalità operativa e tecnica, garantendo, tra l’altro, l’aggiornamento professionale del personale permanente e volontario in materia di nuove tecniche di soccorso, a tutto vantaggio del cittadino in difficoltà, e di nuove tecniche di spegnimento meno impattanti sull’ambiente”.

Turturici ha voluto sottolineare “le sempre più ricorrenti azioni atte a fronteggiare eventi climatici estremi e che sempre più diventerano, in assenza di un’inversione di tendenza nella lotta contro i cambiamenti climatici, sollecitazioni “normalizzate” per la popolazione, per le attività produttive e per il servizio di soccorso del Comando”.

“Questa Santa Barbara è anche condizionata dalla conclusione del mio mandato di Comandante Provinciale – dichiara -. È stata un’esperienza unica, gran parte della quale caratterizzata dall’emergenza pandemica. O forse, per taluni aspetti, sarebbe più giusto definirla una “non esperienza”. Gli obiettivi fissati erano: il miglioramento continuo dell’attività di soccorso; l’ammodernamento dell’azione amministrativa attraverso la digitalizzazione, la risoluzione dell’annosa questione della riqualificazione della sede centrale del Comando; l’apertura verso il mondo delle imprese e dell’informazione; la conoscenza del territorio e della società. Tutto ciò che non è stato condizionato dalla pandemia è stato portato a termine o è in fase di avanzato completamento”.

 

saluto tortorici

 

 

Come ad esempio il nuovo distaccamento di Credaro che, non appena operativo, assicurerà una migliore copertura del territorio sgravando di questa incombenza il distaccamento di Palazzolo sull’Oglio; la nuova sala operativa, i cui lavori potranno essere avviati già entro la fine dell’anno; l’accordo con l’associazione dei sommozzatori di Treviglio che ha permesso di svolgere in collaborazione, ben 19 interventi di salvataggio; il nuovo piano di ricerca persona scomparsa che trova nel Comando di Bergamo, l’organo di coordinamento delle ricerche in località lacustre o fluviale, in montagna, in grotta, in ambienti ostili e impervi.

“Ho avuto il piacere di conoscere e lavorare con i pompieri bergamaschi e con quelli che, venendo da ogni parte d’italia, hanno trovato in questa provincia lavoro, casa, famiglia e amicizia. Se tanto mi tanto, vuol dire che mi sono perso davvero tanto”, ha proseguito il comandante, aggiungendo i ringraziamenti a tutte le istituzioni, gli enti e le persone alla loro guida per la proficua collaborazione con i vigili del fuoco.
­
In conclusione un plauso a tutti i colleghi e in particolare a quelli premiati, un saluto al personale dell’associazione nazionale dei vigili del fuoco: “Un abbraccio a tutte le donne e gli uomini dei vigili del fuoco di Bergamo, permanenti e volontari, ai funzionari e al personale dei ruoli tecnico-professionale. Permettetemi quindi, di congedarmi da tutti voi con un saluto con cui spero di rendere al meglio i sentimenti di vicinanza con cui lascio questa comunità: “Ciao Bergamo!”.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI