Bergamo

“Vogliamo il vaccino anti Covid adesso”, gruppetto senza prenotazione allontanato dall’ospedale

Nella sala d'aspetto dell'auditorium Parenzan c'erano alcuni agenti delle forze dell'ordine che erano lì per farsi vaccinare e il personale per la sicurezza dell'ospedale che hanno persuaso il gruppetto a calmarsi e ad aspettare il proprio turno, in coda ai prenotati già presenti

Bergamo. Vogliamo essere vaccinati”. “Non c’è possibilità di essere vaccinati prima di gennaio, ma vogliamo vaccinarsi adesso” queste le pretese di un gruppetto di persone che si è presentato al centro vaccinale dell’ospedale Papa Giovanni di Bergamo giovedì sera 2 dicembre.

Le pretese si sono fatte più insistenti e il tono della voce più alto.

Nella sala d’aspetto dell’auditorium Parenzan c’erano alcuni agenti delle forze dell’ordine che erano lì per farsi vaccinare e il personale per la sicurezza dell’ospedale che hanno persuaso il gruppetto a calmarsi e ad aspettare il proprio turno, in coda ai prenotati già presenti.

Anche senza prenotazione, il personale medico dell’ospedale Papa Giovanni non rifiuta mai coloro che necessitano della prima dose del vaccino anti Covid. In questi giorni però l’attività vaccinale è stata quasi triplicata e l’invito che viene dal Papa Giovanni XXIII è di prenotare l’appuntamento con i consueti canali (www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it. oppure tramite il contact center al numero 800.894.545), di rispettare l’orario l’orario esatto di arrivo indicato sulla ricevuta rilasciata al momento della prenotazione e di presentarsi all’appuntamento senza accompagnatore (ad eccezione naturalmente dei minori e delle persone non autosufficienti).

L’hub “Parenzan” sarà aperto anche nelle giornate festive, ad eccezione del giorno di Natale e di domenica 26 dicembre, l’8 dicembre e tutte le domeniche pomeriggio del mese di dicembre.

Giovedì 2 dicembre, all’auditorium Parenzan sono state gestite più di 1.700 prenotazioni con annessa la possibilità di co-somministrazione del vaccino antinfluenzale. Un risultato raggiunto grazie al lavoro puntuale di tutti gli operatori: dalle 8 alle 20, 24 medici con turni di 6 ore, 24 infermieri, 8 amministrativi e anche 8 volontari che si alternano ai volontari della Protezione civile di Bergamo e della Provincia di Bergamo.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI