L'onorevole dem

Carnevali (PD): “Mai più finanziamenti per le mine anti persona”

"Nel 2020 più di 7 mila persone nel mondo sono state ferite o uccise dalle mine, 2 mila di queste erano bambini mentre ogni ora una persona muore o rimane vittima di gravi malformazioni per aver calpestato una mina" afferma l'onorevole Elena Carnevali

Bergamo. “Il Parlamento oggi ha messo al bando quelle armi terribili che Gino Strada definiva “pappagalli verdi” perché somiglianti a giocattoli colorati a forma di uccelli – afferma l’onorevole Elena Carnevali – cinicamente pensati per attirare bambini e distruggere il futuro loro e quello del loro Paese faticosamente uscito da un conflitto. Queste armi sono massicciamente presenti in Vietnam, Afghanistan, Armenia, Azerbaigian e Cecenia, come in altre zone di conflitto”.

“Approvando la legge sulle misure di contrasto al finanziamento delle imprese produttrici delle mine anti persona e delle bombe a grappolo la Camera oggi ha segnato un traguardo importante nel fermare la realizzazione di queste armi – continua l’onorevole Carnevali -. Usare e produrre le mine antipersona è un crimine contro l’umanità, una battaglia di civiltà che abbiamo sostenuto ed ha visto il Parlamento unanime nella messa al bando di questi terribili strumenti. Con questa legge sarà vietato anche a chi con un semplice click di intermediazione aveva l’opportunità di finanziare prodotti dichiarati illegali in Italia”.

“Nel 2020 più di 7 mila persone nel mondo sono state ferite o uccise dalle mine, 2 mila di queste erano bambini mentre ogni ora una persona muore o rimane vittima di gravi malformazioni per aver calpestato una mina- conclude Carnevali -. Ordigni che rimangono attivi per tanti anni, in grado di lasciare segni indelebili su intere popolazioni civili. Con la legge approvata nemmeno più un euro sarà usato per finanziare imprese che producono mine antipersona. Potremmo così mettere al bando armi pericolose che colpiscono i più indifesi e soprattutto i bambini e le bambine”.

Photo by Dmitry Shamis on Unsplash

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI