La storia

Salvò ragazza dall’annegamento: premio ministeriale per il vigile del fuoco bergamasco

Il capo squadra Stefano Rosario Gabriele lo scorso settembre, in vacanza a Pantelleria, ha riportato a riva una ragazza svenuta che stava affogando. Grazie all'aiuto di un altro bagnante e di un infermiere è stata soccorsa in tempo

Bergamo. La scorsa estate ha salvato una ragazza che stava annegando nel mare di Pantelleria e il 4 dicembre, in occasione delle celebrazioni di Santa Barbara, patrona dei Vigili del Fuoco, riceverà un encomio da parte del Ministero dell’Interno.

L’episodio è accaduto il 2 settembre. Protagonista Stefano Rosario Gabriele, 50 anni, vigile del fuoco dal 1997, caposquadra in servizio al Comando provinciale di Bergamo nel distaccamento aeroportuale di Orio al Serio e istruttore professionale nell’ambito della formazione.

Originario di Pantelleria, era in vacanza sull’isola con la compagna e alcuni parenti. “Mi trovavo in acqua quando mia nipote ha iniziato a chiamarmi e a sbracciarsi: c’era una ragazza che aveva bisogno d’aiuto – racconta -. Era a una ventina di metri dalla riva, prona, con la faccia in acqua, quindi ho iniziato a nuotare nella sua direzione. Anche un’altra persona che si trovava sulla spiaggia si è tuffata per soccorrerla. Era svenuta e in due siamo riusciti a trascinarla sugli scogli”.

A quel punto è intervenuto anche un infermiere che si trovava a riva: “Abbiamo sollevato dei teli da mare per proteggere la ragazza dalla vista dei bagnanti. L’abbiamo messa su un fianco e l’infermiere gli ha praticato una manovra particolare che l’ha fatta risvegliare ed è riuscita a liberarsi dell’acqua che aveva ingerito. Abbiamo chiamato i soccorsi e la ragazza è stata portata via con l’ambulanza”.

Da alcune indagini fatte sulla spiaggia per risalire all’identità della giovane, il vigile del fuoco bergamasco ha scoperto che si trattava di una 18enne di Bologna, arrivata sull’isola poche ore prima insieme ad un amico.

Le vacanze di Stefano Gabriele sono proseguite ma, nel frattempo, i familiari della ragazza bolognese hanno chiamato al comando dei vigili del fuoco di Bergamo raccontando l’accaduto: volevano ringraziare la persona che aveva salvato la loro figlia.

Il coraggioso gesto del capo squadra Gabriele è stato premiato con l’encomio del Ministero degli Interni con questa motivazione: “Per lo straordinario altruismo e le spiccate qualità professionali dimostrate il 2 settembre 2021 nell’isola di Pantelleria soccorrendo, mentre era libero dal servizio, in acqua a circa 20 metri dalla costa una persona in difficoltà e priva di sensi: la tempestività del soccorso consentiva il salvataggio dell’interessata ed il positivo decorso ospedaliero”.

“Indubbiamente mi fa piacere, ma tengo a sottolineare che ho fatto solo il mio lavoro. Era un mio preciso mio dovere civico, ancora di più visto il mestiere che faccio”, commenta il vigile del fuoco.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
vigili del fuoco
Il report
Vigili del fuoco: nel 2021 seimila interventi, 44 persone disperse ritrovate, tanti salvataggi e soccorsi
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI